L'UE CONTRO LA GRECIA

Schaeuble: "No al vertice UE chiesto da Tsipras". Atene attacca l'Fmi, slitta l'Eurogruppo

Ripartono le tensioni tra i tedeschi padroni dell'Unione Europea e il governo greco, dopo che il ministro delle Finanze tedesco ha negato a Tsipras la convocazione dell'Eurogruppo

Alessio Colzani
Foto ANSA

Il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schaeuble

"No": così ha risposto il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schaeuble alla richiesta di un vertice straordinario dei leader dell'Ue sulla Grecia, avanzata dal premier ellenico Alexis Tsipras. Parlando a una conferenza stampa a Berlino, Schaeuble ha detto che "i colloqui con la Grecia non hanno fatto molti progressi. Quando ci saranno le condizioni, la riunione sarà convocata".

Una nota del governo ellenico specifica che Alexis Tsipras aveva chiesto al presidente del Consiglio europeo Donald Tusk la convocazione di un vertice straordinario dei leader dell'Eurozona dopo "una conversazione telefonica in cui Tusk ha espresso la sua insoddisfazione sia per l'insistenza sulle misure chieste dalla Fmi che vanno oltre quanto previsto nell'accordo di luglio 2015 sia per l'incapacità di convocare l'Eurogruppo", allo scopo di "riaffermare quanto concordato ed evitare un nuovo ciclo di incertezza per l'Eurozona".

Il "No" tedesco riapre di fatto il caso Grecia: non ci sarà l'Eurogruppo straordinario che avrebbe dovuto chiudere il negoziato sulla "prima revisione", aprire la discussione sul "reprofiling" del debito e sbloccare la seconda tranche di aiuti e l'annuncio del rinvio scuote la borsa di Atene, che chiude a -2,5%. Il portavoce dell'Eurogruppo ha precisato che una riunione è "possibile la settimana prossima, ma non è ancora confermata e dipende dagli sviluppi nei prossimi giorni". La portavoce del governo Tsipras Olga Gerovasili, che ha lo status di ministro, attacca il Fondo Monetario Internazionale e la sua "ossessione" per nuove misure di austerità.

Atene, mentre ripete di aver fatto i compiti e di essere pronta a rivedere i dettagli delle misure necessarie per concludere il lavoro tecnico, dice "no" con toni ultimativi al pacchetto di contingenza e sottolinea che la Costituzione non permette l'approvazione di provvedimenti fiscali preventivi. Da Bruxelles, Moscovici professa un moderato ottimismo per la conclusione del negoziato ("Ci sono ancora sforzi da fare, ma andiamo chiaramente nella buona direzione"). Il capogruppo dei socialisti, Gianni Pittella, si schiera con Tsipras ("alcuni 'falchi' vogliono uccidere la Grecia e noi non possiamo permettere tale ricatto") e dalla Commissione emerge "stupore" per la posizione intransigente di Dijsselbloem: "Vogliamo misure che scattino solo se necessario e che non possano danneggiare l'economia greca".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Friburgo: rifugiato afghano stupra e uccide la figlia di un funzionario Ue
la vittima, volontaria di un centro accoglienza

Studentessa uccisa a Friburgo: era la figlia di un funzionario Ue

Trump alla Cina: "Pensate ai dazi vostri"
Il tycoon reagisce alle polemiche

Trump alla Cina: "Pensate ai dazi vostri"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU