Titolare di protezione sussidiaria

Picchia e cerca di violentare una 18enne: arrestato a Trieste un profugo afghano

L'aggressore ha seguito la vittima dalla stazione, attendendo che arrivasse in una zona poco frequentata dove l'ha immobilizzata, iniziando a toccarla

Redazione
Picchia e cerca di violentare una 18enne: un profugo afghano arrestato a Trieste

Ha seguito e aggredito, toccandola nelle parti intime, una ragazza di 18 anni che rincasava a piedi dopo essere arrivata in treno in città. Le grida della giovane, che è stata picchiata e scaraventata a terra, hanno attirato l'attenzione di un passante che è corso in aiuto. L'uomo è fuggito ma è stato arrestato poco dopo dai carabinieri: si tratta di un cittadino afghano, di 35 anni, titolare di permesso di soggiorno per protezione sussidiaria dall'agosto 2013, che è stato arrestato con le accuse di violenza sessuale e lesioni personali. Il fatto è avvenuto a Trieste in Viale Miramare poco dopo l'una nella notte tra domenica e lunedì, ma è stato reso noto soltanto mercoledì.

L'aggressore ha seguito la vittima dalla stazione, attendendo che arrivasse in una zona poco frequentata dove l'ha afferrata per i capelli e la giacca, immobilizzandola e iniziando a toccarla nelle parti intime. Lei ha opposto resistenza, cercando di divincolarsi e chiedendo aiuto. L'uomo, forse sorpreso dalla reazione della ragazza, nel tentativo di farla smettere ha cominciato a percuoterla scaraventandola a terra. Quando si è avvicinato un passante, il profugo afghano è fuggito correndo in direzione di Piazza Libertà e la giovane ha chiamato il padre raccontandogli l'accaduto: lui ha immediatamente contattato il "112".

Una pattuglia dei Carabinieri ha raggiunto la vittima per soccorrerla e acquisire la descrizione dell'uomo, mentre un equipaggio del Nucleo Radiomobile ha iniziato le ricerche, localizzando in pochi minuti lo straniero nei pressi della stazione ferroviaria. Alla vista dei Carabinieri l'aggressore ha tentato di disfarsi del berretto che indossava al momento della violenza, ma il gesto è stato notato dai militari dell'Arma che lo hanno bloccato e portato in Via dell'Istria dove si trova la sede del Comando provinciale. Al termine degli atti di rito, l'arrestato è stato rinchiuso nella Casa Circondariale di Trieste, a disposizione dell'autorità giudiziaria.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Asti, legata e violentata per 24 ore da due tunisini
sequestrata e nascosta in uno scantinato

Asti, legata e violentata per 24 ore da due tunisini

Flop grillino: Di Maio convoca i suoi, ma la piazza resta vuota
Comizio annullato per mancanza di pubblico

Flop grillino: Di Maio convoca i suoi, ma la piazza resta vuota

Lecco, gang magrebina assalta i treni
siamo tornati al far west

Lecco, gang magrebina assalta i treni

L'Europa odierna è sulla via del tramonto: come la vecchia Unione Sovietica
il piano segreto di Merkel, Macron e Juncker

Klaus: "L'immigrazione? Voluta ad arte per annientarci"

Asti, legata e violentata per 24 ore da due tunisini
sequestrata e nascosta in uno scantinato

Asti, legata e violentata per 24 ore da due tunisini


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU