Blasfemia contro l'islam

Indonesia: invitò i musulmani a votare per lui, a processo il governatore cristiano

Va avanti il processo contro Basuki Tjahaja Purnama, governatore cristiano di Giacarta: aveva osato affermare che i musulmani avevano il diritto di votarlo

Redazione
Indonesia: invitò i musulmani a votare per lui, a processo il governatore cristiano

Proteste fuori dal tribunale. Foto ANSA

Un tribunale indonesiano ha deciso martedì di andare avanti con il processo contro Basuki Tjahaja Purnama, il governatore cristiano di Giacarta, sul quale pesa un'accusa di blasfemia contro l'islam che potrebbe costargli cinque anni di carcere. I giudici hanno respinto la richiesta degli avvocati della difesa, secondo i quali l'accusa violerebbe i diritti umani del politico, che è di etnia cinese, ed il processo è stato frettolosamente avviato. La decisione del giudice Dwiarso Budi Santiarto di fatto apre il processo al governatore, il primo cristiano a governare la capitale in più di 50 anni, noto popolarmente come Ahok, il quale si gioca così anche il suo futuro politico. All'esterno dell'aula intanto centinaia di musulmani vestiti di bianco scandivano 'Allah Akbar', Dio è grande, e chiedevano il carcere per il governatore; più piccolo e protetto dalla polizia il gruppo di sostenitori.

Il processo mette alla prova la tolleranza religiosa in Indonesia, il Paese musulmano più popoloso del mondo, considerato bandiera di un islam moderato che si sta però via via degradando sulla scia del recente aumento di attacchi contro le minoranze, in particolare quella cristiana. Oriundo di due minoranze (oltre a essere cristiano è di etnia cinese) Ahok ha causato un'ondata di proteste con le sue dichiarazioni sull'islam dello scorso settembre, nel pieno della campagna per le elezioni di febbraio 2017: in un video in cui ha annunciato la sua candidatura per il secondo mandato, il governatore ha citato il versetto di una sura del Corano, affermando che ogni cittadino indonesiano ha il diritto di votare per lui, mentre alcuni teologi musulmani sostengono che, secondo il testo sacro, solo un musulmano può guidare altri musulmani.

Ahok, nonostante le scuse, non è mai riuscito a placare le proteste, che il 4 novembre sono sfociate in tragedia con un morto e decine di feriti negli scontri con la polizia. "Sono cresciuto tra i musulmani, non è possibile che abbia intenzionalmente insultato l'Islam, perché ciò significherebbe mancare di rispetto alle persone che amo e apprezzo", ha affermato. Secondo il presidente indonesiano Joko Widodo, suo mentore e predecessore fino all'elezione a capo di Stato nel 2014, la manifestazione del 4 novembre è stata strumentalizzata, nel quadro della campagna politica per le elezioni di febbraio, da alcuni elementi dell'opposizione che fanno capo all'ex presidente Susilo Bambang. Ahok, considerato il favorito, dopo quell'episodio ha visto calare la sua popolarità e negli ultimi sondaggi è scivolato in seconda posizione dietro Agus Harimurti Yudhoyono, musulmano e primogenito dell'ex presidente.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Latina, sorprende ladro, spara e ne uccide uno
Avvocato esplode 8 colpi di pistola

Latina: sorprende ladro, spara e ne uccide uno

Austria: Kurz asfalta i "buonisti". La Destra di Strache va al governo
salvini: "avanza il Partito della Libertà da sempre alleato della Lega"

Austria: Kurz asfalta i "buonisti". La Destra di Strache va al governo

Sicilia, Musumeci al 42%. La Sinistra si mangia le mani
il candidato di centrodestra vola nei sondaggi

Sicilia, Musumeci al 42%. La Sinistra si mangia le mani

Austria: Kurz asfalta i "buonisti". La Destra di Strache va al governo
salvini: "avanza il Partito della Libertà da sempre alleato della Lega"

Austria: Kurz asfalta i "buonisti". La Destra di Strache va al governo


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU