Delhi rilancia il programma Agni

Tensione fra India e Cina per i test missilistici

Il missile Agni-V, di fabbricazione indiana, è capace di colpire, anche con testate nucleari, obiettivi ad oltre 5.000 chilometri di distanza, fino all'interno del territorio cinese

Redazione
Tensione fra India e Cina per i test missilistici

L'India ha assicurato che gli esperimenti in corso per il perfezionamento del suo missile balistico intercontinentale Agni-V ''non sono diretti contro alcun Paese in particolare'', e quindi non contro la Cina, sostenendo che il governo indiano, mentre ''rispetta tutti gli obblighi internazionali applicabili'' in questo ambito, ''si attende che anche altri facciano lo stesso''.


In una dichiarazione martedì sera a New Delhi, il portavoce del governo, Vikas Swarup, ha sottolineato anche che ''l'autonomia strategica dell'India ed il suo crescente impegno contribuiscono alla stabilita' strategica'' globale. Queste affermazioni sono state fatte a poche ore dal quarto test sperimentale del missile Agni-V di fabbricazione indiana, capace di colpire, anche con testate nucleari, obiettivi ad oltre 5.000 chilometri di distanza, fino all'interno del territorio cinese.


A seguito del lancio, il ministero degli Esteri a Pechino ha diffuso un comunicato in cui ha detto di sperare che l'Agni-V rispetti le disposizioni emanate in materia dal Consiglio di Sicurezza dell'Onu e protegga l'equilibro strategico in Asia meridionale. Pechino ha chiarito infine che i due Paesi ''non sono rivali nella competizione ma partner nella cooperazione''.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Qualcuno salvi Spelacchio!
50mila euro dei contribuenti buttati al vento

Qualcuno salvi Spelacchio!

Turchia in Europa? L'Austria dice "nein". Ed Erdogan sbrocca
populisti al governo con le idee chiare

Turchia in Europa? L'Austria dice "nein". Ed Erdogan sbrocca

L'immigrazione divide l'Unione europea: duro scontro fra la Merkel e Donald Tusk
Orbán: 30 milioni di euro per proteggere le frontiere Ue

L'immigrazione divide l'Unione europea: duro scontro fra la Merkel e Donald Tusk


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU