Sospeso e dimezzato programma accoglienza rifugiati

Pericolo islamico, Trump blocca l'ingresso negli USA a 7 Paesi

"L'ingresso di cittadini e rifugiati siriani" è "dannoso per gli interessi USA", ha detto il presidente nel suo ordine esecutivo. E sospende per 3 mesi l'accesso da Siria, Libia, Iran, Iraq, Somalia, Sudan e Yemen

Redazione
Pericolo islamico, Trump blocca l'ingresso negli USA a 7 Paesi

L'aveva promesso e l'ha fatto. Donald Trump ha dato un giro di vite sull'immigrazione, contro il pericolo terrorismo, firmando al Pentagono un ordine esecutivo che prevede nuovi controlli estremamente accurati sull'immigrazione per impedire ai jihadisti di entrare negli USA. "Non abbiamo dimenticato la lezione dell'11 settembre", ha osservato. In particolare, ha sospeso per 3 mesi l'ingresso da 7 paesi musulmani: Siria, Libia, Iran, Iraq, Somalia, Sudan e Yemen.

Ancora, ha sospeso per 120 giorni il programma d'ammissione di tutti i rifugiati e fino a ulteriore comunicazione l'ingresso di quelli siriani; tagliato di oltre la metà il numero dei rifugiati che gli USA prevedono di accettare quest'anno, portandolo a 50mila; sospeso il programma Visa interview waiver, che consentiva agli stranieri titolati di chiedere il rinnovo del visto senza affrontare il colloquio personale con le autorità USA.


Fra le novità introdotte, dopo i 120 giorni di sospensione dell'ingresso di rifugiati, priorità a quelli appartenenti a minoranze perseguitate per motivi religiosi; velocizzato inoltre il sistema biometrico per tracciare le entrate e le uscite di tutti i viaggiatori negli USA. "L'ingresso di cittadini e rifugiati siriani" è "dannoso per gli interessi USA", ha detto il presidente nel suo ordine esecutivo.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Roma, aggredisce i passanti con una mannaia e rischia il linciaggio
chiedeva soldi davanti al centro commerciale di guidonia

Roma, aggredisce i passanti con una mannaia e rischia il linciaggio

Giggino, il (quasi) fallito, ha 60 giorni per trovare 2 miliardi
Austria: Kurz asfalta i "buonisti". La Destra di Strache va al governo
salvini: "avanza il Partito della Libertà da sempre alleato della Lega"

Austria: Kurz asfalta i "buonisti". La Destra di Strache va al governo


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU