La may non cede ai ricatti Ue

Brexit, Londra spernacchia la Merkel. E si pappa il mercato turco

La premier britannica ad Ankara: "Abbiamo concordato di disporre di un gruppo di lavoro congiunto che prepari il terreno per i nostri rapporti commerciali post-Brexit"

Redazione
Brexit, Londra spernacchia la Merkel. E si pappa il mercato turco

Ricordate quando la Merkel, verde di rabbia per la vittoria della Brexit, nell'ottobre scorso aveva lanciato un ultimatum alla May, che suonava “niente accesso al mercato unico Ue”? La Gran Bretagna ha fatto spallucce e, dopo aver incassato positivi accordi con Trump, s'è conquistata adesso un nuovo, appetitoso mercato di 75 milioni di potenziali clienti: la Turchia (lo stesso per il quale per anni l'Europa s'è piegata ai diktat di Erdogan, pur di avere libero scambio al commercio nel Bosforo).

Il Regno Unito e la Turchia hanno difatti raggiunto sabato un accordo sulla creazione di un gruppo di lavoro per potenziare il commercio bilaterale una volta che Londra avrà definitivamente lasciato l'Unione Europea, come sancito dal referendum sulla Brexit del 23 giugno scorso: lo ha annunciato la premier britannica Theresa May, in visita ufficiale ad Ankara, dopo aver incontrato il presidente Recep Tayyip Erdogan. "Abbiamo concordato di disporre di un gruppo di lavoro congiunto che prepari il terreno per i nostri rapporti commerciali post-Brexit", ha annunciato May.


Erdogan a sua volta ha spiegato che le due parti si ripropongono d'incrementare il volume annuale degli scambi da un controvalore complessivo superiore ai 15 miliardi di dollari ad almeno 20 miliardi, pari in euro rispettivamente a più di 14 miliardi e a quasi 18,7. E Frau Merkel è servita.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Roma, aggredisce i passanti con una mannaia e rischia il linciaggio
chiedeva soldi davanti al centro commerciale di guidonia

Roma, aggredisce i passanti con una mannaia e rischia il linciaggio

Giggino, il (quasi) fallito, ha 60 giorni per trovare 2 miliardi
Austria: Kurz asfalta i "buonisti". La Destra di Strache va al governo
salvini: "avanza il Partito della Libertà da sempre alleato della Lega"

Austria: Kurz asfalta i "buonisti". La Destra di Strache va al governo


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU