jihadista espulso, esultanza tardiva di alfano

Grado: inneggiava all'Isis sui social. Ma se non ce lo dicevano...

Diffondeva testi del Califfato via Internet, ma se non ci avessero allertato dall'estero, sarebbe rimasto impunito in Friuli. Ma Angelino esulta: "È il trentesimo che cacciamo via quest'anno..."

Redazione
Grado: inneggiava all'Isis sui social. Ma se non ce lo dicevano...

Foto ANSA

Caro Alfano, cos'altro ci voleva per capire che era ora di espellerlo? Doveva scriverlo sui muri del Viminale, che gli piaceva l'Isis? Ma alla fine, "giustizia" è fatta. Quantomeno, ce lo siamo levati dai piedi. Ci mancava pure di doverlo mantenere a spese dei contribuenti. Lui è un bengalese di 30 anni, che abitava a Grado, in provincia di Gorizia, "sospettato di proselitismo e di tenere contatti conformazioni estremiste". Lo ha annunciato il ministro dell'Interno, Angelino Alfano, spiegando: "Ieri sera è stata effettuata, in esecuzione a un mio decreto, un'altra espulsione per motivi di sicurezza dello Stato, rimandando indietro un bengalese di trent'anni, che era arrivato da Istanbul, che aveva abitato a Bologna e dopo si era spostato a Grado, con regolare carta di soggiorno".


Quale sarà stata mai la molla che ha infine convinto l'Angelino nazionale che il giovane immigrato poteva rappresentare una minaccia? Il fatto che da tempo inneggiasse all'Isis sui social network e ne diffondesse i testi non era un motivo sufficiente? Alla fine pure il ministro l'ha capita e, dice, "in base ad attente indagini, è stato accertato che, utilizzando una identità fittizia, aveva pubblicato testi su Isis e, di fatti, era stato segnalato - in ambito di collaborazione internazionale - quale utente di social network con manifeste simpatie per l'organizzazione terroristica". E "tutto questo ha indotto i nostri investigatori a ritenere che poteva essere impegnato nella diffusione del messaggio radicale con finalità di proselitismo, oltre che in contatto con elementi contigui a formazioni estremiste". Deo gratias! Meno male che ce l'han detto, sennò quando mai l'avremmo capita?


"Quindi", ha concluso il ministro, "salgono a 96 le espulsioni eseguite dall'inizio del 2015. Di queste, 30 sono state effettuate nel 2016". Ottimo. Di questo passo fra 30.000 anni riusciremo a sconfiggere il Califfato.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU