Errori fatali

Francia, entrambi i tagliagole erano considerati pericolosi dalla polizia

Sempre più evidenti le falle nella sicurezza: governo transalpino in imbarazzo. I due jihadisti forse potevano essere fermati prima che entrassero in chiesa

Redazione
Francia, entrambi i tagliagole erano conosciuti dalla polizia

Poliziotti davanti alla chiesa di Saint-Etienne-de-Rouvay. Da lexpress.fr

Più emergono dettagli sul sanguinoso atto terroristico in Normandia, più diventa chiaro il fallimento dell'intelligence francese. Non era sufficiente sapere che Adel Khermiche, il 19enne franco-algerino, era stato rimesso in libertà il 22 marzo del 2016 dopo che aveva scontato un anno di prigione. Ora è arrivata la conferma che anche il secondo tagliagole, identificato con le iniziali A.M.P., era ben conosciuto dalla polizia francese e anche lui era stato schedato con la lettera "S" che contraddistingue coloro che sono considerati pericolosi per la sicurezza dello Stato. Si tratterebbe di un ventenne originario di Saint-Dié-des-Vosges, cittadina di 20mila abitanti lontana 600 chilometri da Saint-Étienne-du-Rouvray.

Il governo di Manuel Valls, già sommerso dalle polemiche relative ai molti punti oscuri della strage di Nizza, si trova così a dover giustificare una nuova voragine nell'apparato di sicurezza: i due jihadisti potevano forse essere fermati prima che entrassero in chiesa? Entrambi gli attentatori erano conosciuti alle forze dell'ordine, uno di loro era sotto sorveglianza della polizia obbligato ad indossare un braccialetto elettronico, condannato nel 2015 per un tentativo di arruolamento nell'Isis in Siria. Entrambi erano considerati pericolosi, eppure sono stati lasciati liberi di pianificare e mettere in atto il terribile gesto. Pare evidente a chiunque che ci sia qualcosa che non va.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Friburgo: rifugiato afghano stupra e uccide la figlia di un funzionario Ue
la vittima, volontaria di un centro accoglienza

Studentessa uccisa a Friburgo: era la figlia di un funzionario Ue

Trump alla Cina: "Pensate ai dazi vostri"
Il tycoon reagisce alle polemiche

Trump alla Cina: "Pensate ai dazi vostri"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU