Orrore in Brasile

In 33 violentano una sedicenne e pubblicano il video on line

Lo stupro di gruppo della minorenne avvenuto nella periferia di Rio de Janeiro. Tra i sospettati anche un calciatore del Boavista

Redazione
In 33 violentano una sedicenne e pubblicano il video on line

Un'immagine del video messo on line dagli stupratori della 16enne

Violentata a turno da una trentina di uomini, filmata e poi umiliata anche sul web: stanno sollevando un'ondata di indignazione in Brasile gli abusi subiti da una 16enne, vittima di uno stupro collettivo alla periferia di Rio de Janeiro, metropoli che fra meno di tre mesi ospiterà le Olimpiadi. La polizia locale sta dando la caccia al branco, composto da almeno 33 persone che, non soddisfatte della brutalità commessa, hanno pubblicato sui social network il video delle aggressioni, terribilmente esplicito e in cui la ragazza appare drogata. Secondo le prime indiscrezioni, alla base dello stupro di gruppo ci sarebbe la vendetta proprio dell'ex fidanzato. Un testimone ha raccontato alla polizia l'orrenda vicenda: l'adolescente si sarebbe svegliata due giorni dopo lo stupro nuda, drogata e circondata da narcos armati, i quali la stavano deridendo e sbeffeggiando.

La violenza è stata filmata dagli autori dello stupro, che hanno voluto aggiungere anche la violenza psicologica di rendere tutto il web partecipe della disgrazia di questa ragazza. Il filmato, che dura 40 secondi, è stato visto e condiviso da decine di migliaia di persone, prima di venire rimosso dalle autorità. Il post contenente il filmato della violenza, prima che l'account che lo ha pubblicato fosse bloccato, ha ricevuto un flusso interminabile di faccine sorridenti e di commenti volgari da parte di chi celebrava la violenza inflitta alla minorenne affermando che, "senza alcun dubbio, ha ottenuto quello che voleva". Dopo aver lasciato l'ospedale "Maternidade Maria Amélia" che le ha curato le ferite fisiche, la giovane ha anche lei utilizzato il social per rievocare il dramma vissuto, ricevendo una marea di messaggi di solidarietà: "Vi comunico che mi hanno rubato il telefono, e ringrazio tutti per la solidarietà. Realmente credevo che mi avreste giudicata male", ha scritto sul suo account.

A quanto si apprende, la ragazza era la fidanzata di un noto narcotrafficante della favela di Morro da Barão a Jacarepagua, una delle zone degradate nella zona ovest di Rio de Janeiro. Gli inquirenti hanno finora identificato quattro aggressori, tra i quali il ventenne con cui la giovane aveva una relazione. Secondo il sito GloboEsporte, si tratta di un calciatore, Lucas "Luquinhas" Perdomo Duarte Santos, grande promessa del Boavista, squadra di serie A di Rio de Janeiro, considerato latitante dalla notte scorsa. Luquinhas, il cui talento fu segnalato dall'olandese Clarence Seedorf durante il suo soggiorno da giocatore e allenatore in Brasile, è ricercato con l'accusa di stupro, come il 41enne Raphael Assis Duarte Belo, 41 anni, riconosciuto in una delle foto e che fino allo scorso agosto lavorava come aiuto cameraman negli studios del Globo. Gli altri due ricercati sono Marcelo Miranda da Cruz Correa, 18 anni, Michel Brazil da Silva, 20, ritenuti autori della diffusione del video.

Stando alla ricostruzione effettuata dalla BBC, la giovane sabato sera si sarebbe recata a casa del suo fidanzato nella una favela, dove sarebbe stata drogata; si è svegliata il giorno dopo, nuda e ferita, in un'altra abitazione. Solo dopo qualche giorno dopo, scoprendo il video della violenza di gruppo condiviso sui social network, avrebbe capito cosa le fosse successo. Il filmato, un concentrato di orrore di 40 secondi, è stato ampiamente visualizzato, condiviso e, come detto all'inizio, commentato prima di essere rimosso. Si sono quindi scatenate le reazioni indignate, convogliate nella campagna online contro quella che gli attivisti chiamano "cultura dello stupro" in Brasile, il cui hashtag #EstuproNuncaMais (mai più stupro) è diventato immediatamente trending topic.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Bello figo o brutto sbronzo?
visto da un cattolico

Bello Figo o brutto sbronzo?

Si è dimesso
renzi al colle da mattarella

Si è dimesso. Ora al voto!

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...
come james dean in gioventù bruciata

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...

Bello figo o brutto sbronzo?
visto da un cattolico

Bello Figo o brutto sbronzo?

Nel mondo islamico furoreggia il porno
I video in rete vanno a ruba

Nel mondo islamico furoreggia il porno


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU