esodo inarrestabile

70 barconi di clandestini alla settimana. E finalmente anche Alfano si sveglia

Il ministro dell'Interno, buon ultimo, chiede di resuscitare la strategia del suo ex collega Maroni: accordi con i Paesi di partenza e rimpatri

Redazione
70 barconi di clandestini alla settimana. E finalmente anche Alfano si sveglia

Foto ANSA

Oltre 13.000 clandestini salvati, 65 vittime accertate tra cui anche 3 neonati e centinaia di dispersi. Questo il tragico bilancio di una sola settimana che ha spinto gli esperti del Viminale a prevedere che "sarà un'estate difficile e senza un intervento concreto dell'Europa sull'Africa non si riuscirà ad arginare il flusso immenso di migranti che dalla Libia e dall'Egitto tentano di raggiungere le coste italiane. E si continueranno a contare i morti nel canale di Sicilia".


I numeri degli ultimi sei giorni sono impressionanti, non tanto in assoluto quanto per l'intensità delle partenze: nell'ultima settimana sono salpati da Sabratha, Zuwara e dalle spiagge vicino Tripoli, a distanza di poche ore l'uno dall'altro, almeno una settantina di gommoni e una decina di barconi stracolmi. Vuol dire più di 15 al giorno.

Il ministro dell'interno Angelino Alfano è tornato a chiedere un maggior coinvolgimento dell'Europa e la necessità di un accordo rapido con la Libia. "Tutte le vittime che stiamo raccogliendo in mare e che ancora raccoglieremo sono la prova di quanto ancora l'Europa sia lontana e indietro nel rapporto con i paesi dell'Africa", ha dichiarato. "L'Ue deve arrivare ad un accordo rapido con la Libia, dove ormai c'è un governo, per riuscire ad arginare le partenze", ha detto. Ma serve anche un'intesa con i paesi africani, "per organizzare i rimpatri" e creare "campi profughi in Africa". Le stesse cose che la Lega va ripetendo da anni e che furono messe in pratica da Roberto Maroni, quando fu ministro dell'Interno. Forse finalmente l'ha capita pure Alfano.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

La preghiera per il ramadan a Torino.
Ricerca choc sugli islamici con permesso di soggiorno

Musulmani d'Italia: uno su tre ci odia

"Un africano non sa che in Italia non si può violentare"
stupro di rimini, l'avvocatessa buonista

"Un africano non sa che in Italia non si può violentare"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU