SCHEGGE DVRACRVXIANE

Il sogno mondialista: passaporti nazionali? No, sanitari

Il clima di terrore e sospetto appositamente instaurato porterà ad una nuova ed unica assegnazione categoriale tutta trasversale: sano o contagiato

Helmut Leftbuster
Il sogno mondialista: passaporti nazionali? No, sanitari

Chi dovesse pensare che tutto questo circo pandemico abbia ostacolato la globalizzazione per via dei confinamenti, sbaglierebbe di grosso. Demonizzazione prossemico-gestuale, distanziamento sociale, occultamento dei volti sono tutte modalità sociologiche progettate per sradicare dai singoli individui i loro tradizionali connotati identitari e le loro prerogative affettive, sostituendoli, attraverso il clima di terrore e sospetto appositamente instaurato, con una nuova ed unica assegnazione categoriale tutta trasversale: sano o contagiato.

Lo stesso paradigma delle scarcerazioni arbitrarie è stato lampante della nuova ridefinizione concettuale di “giustizia sanitaria”; conseguentemente verrà ritarato anche il concetto costituzionale di libertà di spostamento, riformulandolo non più sulla base della fedina penale, ma del fatidico tampone. Un tampone la cui aleatorietà e fallacia si sono rivelate talmente evidenti e conclamate da poter rappresentare un problema democratico piuttosto serio, nel momento in cui esso dovesse assurgere a dogma di fede anziché restare un mero accertamento medico-sanitario dall'esito discutibile e quindi ripetibile.

Non vorremmo, infatti, dover assistere al paradosso di cittadini italiani immacolati, ma positivi a qualche tampone “di troppo” e quindi reclusi chissà dove, e clandestini con precedenti d'ogni sorta, ma liberi come il vento perché, toh!, risultati negativi al contagio. Non dimentichiamoci che il mondialismo si è sempre servito del rovesciamento valoriale e naturale delle forze in campo: e questa “pandemia” chiamata covid-19 ha rispettato pienamente il mefistofelico schema. Ha indebolito la parte più giovane e sana della società fiaccandone il sistema immunitario attraverso il confinamento; ha fatto cassa sui cittadini onesti senza toccare i delinquenti, notoriamente ben poco esigibili.

Ha incusso agli italiani paure “esistenziali” anche solo per andare a fare la spesa, equiparandoli a quanti non hanno nemmeno le credenziali minime per stare sul nostro territorio, figuriamoci per spostarvisi. Ha trasformato intraprendenti imprenditori in disperati suicidi, mentre ai clandestini regalava bonus e sanatorie (senza mai averne bloccato l'afflusso nonostante l'emergenza pandemica). E, se non apriremo gli occhi per tempo, otterrà pure di far apparire salvifica una classe politica dispotica e cialtrona che, per grazia ricevuta, ci “consente” ancora di dare qualche boccata d'aria, sia pur da dietro una fetida ed inutile mascherina.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Marco Travaglio, il bacio galeotto. Lei non è la moglie...
fa i pistolotti moraleggianti agli altri e poi...

Marco Travaglio, il bacio galeotto. Perché lei non è la moglie...

Papa Francesco: "L'inferno non esiste"
la "teologia sbagliata" di bergoglio

Papa Francesco: "L'inferno non esiste"

Scuola targata Azzolina? L’ignoranza al potere…
Spiluccando dal Borghese di ottobre

Scuola targata Azzolina? L’incapacità al potere…


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU