Contro la strategia del pensiero unico

Salvini: "Noi uomini liberi domenica diremo NO alla Merkel e alle banche"

Il leader della Lega, assieme a Giovanni Toti e Giorgia Meloni, ha sostenuto anche a Roma le numerose ragioni per bocciare la riforma costituzionale

Ismaele Rognoni
Salvini: "Diremo no alla Merkel e alla banche"

Foto ANSA

Domenica scorsa, presso l'auditorium dell'Istituto Massimo a Roma, si sono dati appuntamento Matteo Salvini, Giorgia Meloni e Giovanni Toti per dare l'inizio alla manifestazione a favore del NO al referendum costituzionale del 4 dicembre. Una chiara e netta posizione da parte di coloro che non solo a parole, ma soprattutto con i fatti, sono contrari alla riforma renziana.

Il Segretario Federale della Lega e presidente di Noi con Salvini ha duramente attaccato il governo e l'Unione Europea: "Il primo vero grande motivo, di noi uomini liberi, è votare no alla Merkel e alle banche. Il salto nel buio lo stiamo facendo da 5 anni con i governi Monti, Letta e Renzi, ma se vincerà il no ci sarà una nuova alba aperta per tutti. Voterò no perché sono contrario alla strategia del pensiero unico". Ma Salvini ha anche parlato a proposito del ritorno in campo di Berlusconi, facendo una precisazione: "I prossimi leader saranno scelti dai cittadini e non dai salotti".

Giorgia Meloni, oltre ad aver proposto di far tenere le prossime primarie del centrodestra il 5 marzo, parla chiaramente di "una riforma fatta contro i cittadini" incrementando la dose: "Essa ci riporta indietro rispetto all'attuale Costituzione. Noi vogliamo una Costituzione in cui i cittadini contano di più e siamo pronti a presentare una nostra proposta di governo". Giovanni Toti critica nello specifico il futuro Senato voluto da Renzi: "È un'accozzaglia dove andrà gente pagata dai cittadini per fare altro. Esso è un'assicurazione sulla vita per il PD".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Matite indelebili, a Rivarolo parte la denuncia
Trump umilia Renzi: "È irrilevante"
Figuraccia internazionale

Trump umilia Renzi: "È irrilevante"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU