STOP INVASIONE

Tutta Italia dice basta ai clandestini, proteste ovunque

Da nord a sud, anche nelle zone rosse amministrate dal PD, cittadini e Sindaci si battono contro l'arrivo nei loro territori dei presunti profughi, ma Alfano tira dritto

Alex Bazzaro
Tutta Italia dice basta ai clandestini, proteste ovunque

Nella foto ANSA, le barricate dei cittadini di Gorino

Hotel, ex caserme, abitazioni private, bandi della prefettura per l'accoglienza nei comuni e ora pure le requisizioni coatte, eppure la strategia del Governo Renzi sulla gestione dell'emergenza immigrazione, continua a fare acqua da tutte le parti.
Da nord a sud, di ogni colore politico, cittadini e amministrazioni si battono contro l'arrivo dei presunti profughi nei propri territori. Quella di due giorni fa, nella località di Gorino (Ferrara), è stata solo l'ultima protesta per negare ai clandestini l'accesso alle strutture che il governo riserva loro, spesso senza la minima condivisione con i territori interessati.

Significativo il caso di Pietrafazzana, in provincia di Chieti, dove i cento abitanti pensavano di essere riusciti ad evitare l'assegnazione di 50 immigranti, quando a marzo si erano radunati nel "Comitato per la serenità del territorio" davanti alla prefettura. Ora però rischiano di trovarsene cento, con un rapporto residenti-migranti uno a uno. Tutto grazie ad una demenziale applicazione della regola dei 2,5 ogni mille abitanti, del manuale nei piani di accoglienza del ministero, che potrebbe trasformare un iniziale scetticismo in vera e propria contrarietà da parte dei cittadini.

Da Conetta in provincia di Venezia, 197 abitanti e un'ex base militare con 900 richiedenti asili, passando per Abano (Padova), Laureto (Brindisi), e ancora Genova a Reggio Calabria, l'Italia intera insorge contro quella che assume ogni giorno di più i contorni di un'invasione scaricata dal Governo Renzi sui territori. Persino nella perla marittima radical chic Capalbio, che, in piena stagione estiva, si era opposta all'arrivo di decine di immigrati. Emblematici i casi di Aulla, Massa Carrara, dove una trentina di famiglie si sono rivolta ad un legale per evitare che nella palazzina vicina alla loro venissero collocati dei richiedenti asilo o quello dei residenti e commercianti della via dello shopping di Genova, rimasto inascoltato. 

Alfano commentando i fatti di Gorino ha attaccato i cittadini esasperati dichiarando:"Quella non è l'Italia". Forse dovremmo ricordargli che il suo compito, in teoria, sarebbe quello di servire e tutelare i cittadini italiani, non favorirne la sostituzione etnica con gli immigrati, ignorandone le proteste.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU