A 11 giorni dalle presidenziali Usa

Tragedia per la Clinton: l'Fbi riapre le indagini sulle email

Il Bureau: "Forse divulgate informazioni top secret". Trump: "Sono contento che l'Fbi stia rimediando agli orribili errori fatti"

Luca Morisi
Tragedia per la Clinton: l'Fbi riapre le indagini sulle email

Foto ANSA

Un macigno di proporzioni colossali si abbatte su Hillary Clinton, a 11 giorni dal voto. Nell'ambito di un "caso diverso" (quello sull'ex deputato democratico Anthony Weiner, accusato di aver scambiato messaggi a contenuto sessuale con una minorenne), la polizia federale americana "ha scoperto l'esistenza di email che sembrano pertinenti all'indagine" già chiusa sull'uso di un account di posta elettronica e di un server privato da parte della candidata democratica quando era segretario di Stato. Indagine che era stata archiviata lo scorso luglio senza alcuna incriminazione.

È quanto emerge da una lettera inviata al Congresso dal numero uno dell'Fbi, James Comey. "Vi scrivo per informarvi che il team investigativo mi ha informato su questo ieri e ho dato l'ok al fatto che l'Fbi faccia i passi investigativi appropriati per permettere agli inquirenti di analizzare le email in questione al fine di determinare se contengono informazioni top secret e di capire la loro importanza relativamente alla nostra indagine".

Se per ora la Clinton non risponde, affidando al suo staff una richiesta all'Fbi di "maggiori dettagli", Donald Trump dà la notizia di persona a una folla di suoi sostenitori in New Hampshire, che l'accoglie con un'ovazione, e ad Hillary Clinton attribuisce "una corruzione su una scala mai vista prima": "Sono contento che l'Fbi stia ponendo rimedio a tutti gli orribili errori fatti". Per il candidato repubblicano è un regalo inatteso e anche il partito, che non l'ha mai sopportato, mostra segni di "riallineamento". Come quello dello speaker della Camera Paul Ryan che interviene tempestivo, esortando alla "sospensione di tutti i briefing classificati per Hillary Clinton".

La notizia della riapertura delle indagini dell'Fbi sul server privato usato dall'allora segretario di stato Hillary Clinton dopo la scoperta di nuove email ha avuto ripercussioni anche sui mercati finanziari americani, con una flessione immediata di Wall Street e del dollaro. Gli indici della Borsa hanno annullato i guadagni legati all'effetto Pil, cresciuto nel terzo trimestre al passo più veloce da due anni.

L'8 novembre si avvicina e, con i nuovi guai della Clinton, il "Trump Train" torna a correre veloce.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Qualcuno salvi Spelacchio!
50mila euro dei contribuenti buttati al vento

Qualcuno salvi Spelacchio!

L'immigrazione divide l'Unione europea: duro scontro fra la Merkel e Donald Tusk
Orbán: 30 milioni di euro per proteggere le frontiere Ue

L'immigrazione divide l'Unione europea: duro scontro fra la Merkel e Donald Tusk


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU