partinico: menavano e insultavano gli scolari

Scuola dell'orrore a Palermo, arrestate tre maestre

Le maestre "adottavano abitualmente un linguaggio intriso di minacce verbali e ingiurie, usando violenza fisica (schiaffi, pizzicotti, strattoni, calci) nei confronti di alcuni bambini"

Redazione
Scuola dell'orrore a Palermo, arrestate tre maestre

I finanzieri della Compagnia di Partinico (Palermo) hanno arrestato tre maestre di una scuola elementare della cittadina per maltrattamenti nei confronti dei propri alunni, "aggravati dall'aver commesso il fatto con abuso dei poteri e violazione dei doveri inerenti una pubblica funzione e di averli compiuti nei confronti di minori ed all'interno di un istituto d'istruzione". Sono stati proprio alcuni genitori dei minori che hanno permesso l'inizio delle indagini, riferendo "atteggiamenti dei propri figli che lasciavano intendere comportamenti non del tutto corretti durante le attività in aula".

"In effetti, le intercettazioni ambientali e le videoriprese disposte dall'Autorità Giudiziaria hanno permesso di confermare come le tre maestre abbiano usato violenze fisiche e psicologiche nei confronti dei piccoli alunni", dicono le Fiamme Gialle. "Durante la giornata scolastica le insegnanti adottavano abitualmente un linguaggio intriso di minacce verbali e ingiurie, usando violenza fisica (schiaffi, pizzicotti, strattoni, calci) nei confronti di alcuni bambini. Spiccano, in questo contesto, i maltrattamenti di una insegnante di sostegno nei confronti di un bambino diversamente abile".

Nella considerazione di come agli alunni siano state inflitte ''sofferenze fisiche e morali intollerabili'', il Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Palermo, su richiesta della Procura della Repubblica, ha disposto gli arresti domiciliari per le tre insegnanti.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Il feretro della "belva" Totò Riina è stato sotterrato, nel cimitero di Corleone
il boss dei boss sotto terra

Il feretro di Riina sotterrato a Corleone

È morto Totò Riina
Era in coma dopo due interventi chirurgici

È morto Totò Riina

Ostia, Spada in carcere di massima sicurezza
aveva aggredito a testate un giornalista

Ostia, Spada in carcere di massima sicurezza


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU