sbarchi a gogò

La Libia se l'è rotte: "Taxisti del mare? Ora sequestreremo le navi Ong"

"Questa volta abbiamo evitato un'escalation. In futuro sequestreremo del navi delle Ong che non rispettano la nostra sovranità"

Redazione
La Libia se l'è rotte: "Taxisti del mare? Ora sequestreremo le navi Ong"

La Guardia Costiera libica ha avvertito che sequestrerà tutte le navi delle Ong che entreranno nelle acque della zona di "Ricerca e Salvataggio" (Search and Rescue) senza autorizzazione. Lo ha annunciato il portavoce della marina libica, il generale Ayub Kacem dopo che martedì un'unità ha esploso colpi di avvertimento contro una nave della ong tedesca "Mission Lifeline", che aveva tratto in salvo 52 migranti. Ong che ha pubblicato un video dell'intervento (https://www.youtube.com/watch?v=eg0fn6uOOxo&feature=youtu.be).


"Questa volta abbiamo evitato un'escalation. In futuro sequestreremo del navi delle Ong che non rispettano la nostra sovranità", ha chiarito Kacem ricordando dal 10 agosto la marina di Tripoli aveva avvertito che solo le navi autorizzate sarebbero potute entrare nella zona di salvataggio, che va molto oltre le semplici acque territoriali (22 km dalla costa), e si estende per oltre 100 di km dalle spiagge di Tripoli. Nel video di "Mission Lifeline" si vede un ufficiale della Guardia Costiera salire a bordo dell'unita e affermare: "Non siete i benvenuti qui".


Secondo i volontari tedeschi i marinai libici, "ci hanno minacciato ordinandoci di consegnare i migranti salvati, cosa che ci siamo rifiutati di fare", ha sostenuto il responsabile Axel Steier, aggiungendo che si è trattato di "un vero e proprio atto di pirateria perché sono saliti a bordo senza alcuna autorizzazione". Da parte sua Kacem ha riferito che la barca dell'Ong ha tentato di scappare con l'ufficiale libico ancora a bordo e a quel punto "la nostra unità ha sparato dei colpi d'avvertimento in aria per fermarli".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Rifugiati, l'Onu approva il Global compact on Refugees
vogliono farci invadere a tutti i costi

Rifugiati, l'Onu approva il Global Compact on Refugees

Stasera tutto esaurito a Parma per “Red Land - Rosso Istria”
Dopo il boicottaggio dei “neo-comunisti” a Pordenone…

Stasera tutto esaurito a Parma per “Red Land - Rosso Istria”

Amnesty International schiuma di rabbia: l'attacco a Salvini
Non hanno digerito lo stop all'invasione clandestina

Amnesty International schiuma di rabbia: l'attacco a Salvini

Quell’incrocio perverso fra “nuovi diritti” e immigrazione clandestina
Permesso di soggiorno per convivenza di fatto: altro regalo al racket

Quell’incrocio perverso fra “nuovi diritti” e immigrazione clandestina

"No rimpatrio". E le "risorse" incendiano il Centro accoglienza
Racket delle case occupate, nove arresti a Milano. Zecche rosse comprese
Tra i fermati uno studente modello. Sigilli anche a un centro sociale

Racket delle case occupate, nove arresti a Milano. Zecche rosse comprese


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU