non sempre logora chi ce l'ha

Le tre leve del potere

Pubblichiamo la prima parte di uno studio di Marco Mari sui meccanismi del controllo delle masse e l'esercizio, spesso arbitrario, del comando

Marco Mari
Le tre leve del potere

Foto ANSA

Il potere, per perpetuarsi, agisce su due leve: la prima è il facilitare il più possibile gli affari alle oligarchie che lo sostengono. Questo è sempre accaduto: dall’antichità alle grandi potenze coloniali dal Cinquecento in poi, fino ai grandi totalitarismi del Novecento. Nel nostro piccolo vediamo Renzi scorrazzare col suo nuovo superaereo da megalomane in giro per il pianeta a stipulare accordi e allo stesso tempo far ingrassare col business dell’accoglienza le cooperative e le associazioni di volontariato dei suoi amici.


La seconda è il dominio assoluto delle masse tramite il controllo e la repressione più o meno spietata di eventuali focolai di rivolta. Un tempo era l’uso sistematico della forza a riempire all’inverosimile i penitenziari, allora ben più duri di quelli odierni. Oggi, fermo restando immutata la prima leva, l’azione sulla seconda si è fatta più subdola. Il dominio sulle masse da fisicamente violento si è trasformato in psicologicamente violento. L’uso delle armi convenzionali è stato sostituito dalla manipolazione delle menti e delle coscienze. In questo, fondamentale è l’utilizzo dei media: giornali e televisioni in particolare. I media hanno un editore e costui decide cosa debba e cosa non debba essere divulgato e ai giornalisti non resta che obbedire per non avere problemi. Quindi le notizie che scorrono sui nostri media sono certamente filtrate e non di rado manipolate al fine di ottenere l’effetto che il potere si prefigge.

Tuttavia chi detiene il bastone del comando sa bene che, nonostante il proprio immane controllo, la gente - avendo un proprio libero arbitrio - inizia a intuire gli inganni e quindi sta studiando un nuovo strumento di persiasione assai più potente della forza e più convincente della distorsione mediatica degli eventi (continua).

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Padellaro minaccia Salvini
il giornalista aizza via twitter, grimoldi risponde

Padellaro minaccia Salvini: "Fermatelo ad ogni costo!"

Saviano da del mafioso a Salvini
il naufragio del pensiero

Saviano dà del mafioso a Salvini

Italia accogliona: il capo della pandilla di Milano chiede asilo
quasi staccarono un braccio a un controllore

Italia accogliona: il capo della pandilla di Milano chiede asilo

Gay pride per i bimbi della materna, esplode la polemica
le facce dei bambini dipinte arcobaleno

Gay pride per i bimbi della materna, esplode la polemica

Che chicca la pubblicità Chicco
Famiglia tradizionale sì, ma con genialità

Che chicca la pubblicità Chicco

Lo scandalo delle spose bambine
L'EUROPA SI MUOVE, L'ITALIA DORME

Lo scandalo delle spose bambine

Fake news, attivista no vax condannata
decreto di condanna da 400 euro

Fake news, attivista no vax condannata


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU