INFERNO SENZA FINE

Non c'è pace per le donne violentate dall'ISIS: emarginate dal loro popolo

Tornate a casa dopo le violenze subite dai jihadisti, le donne yazide devono pure affrontare il pregiudizio dello loro stesso popolo: la tradizione, infatti, non accetta il sesso fuori dal matrimonio

Francesco Vozza
Non c'è pace per le donne violentate dall'ISIS: emarginate dal loro popolo

Una volta finite nelle mani dei miliziani dell'ISIS, le donne yazide hanno passato un vero e proprio inferno tra violenze sessuali ed aborti continui. Purtroppo, però, nemmeno ora dopo la liberazione, la loro vita è particolarmente facile, anzi, tutt'altro: tornate in mezzo al proprio popolo, queste donne trovano grossissime difficoltà di reinserimento, a causa dei pregiudizi di quella società sul sesso fuori dal matrimonio.


Per gli yazidi, infatti, i rapporti sessuali non sono tollerati al di fuori di una regolare unione, nemmeno se si è trattato di violenze. Fin qui, a dire il vero, il problema ha provato a risolverlo il leader della comunità yazida, che ha chiesto più volte a prendersi comunque cura di queste donne sfortunate. Solo che lo stesso leader ha anche definito "inaccettabile" la gravidanza scaturita da questi stupri e, pertanto, sta palesemente invitando a ricorrere all'aborto (che, tra l'altro, in Iraq è illegale). A rivelare il nuovo dramma vissuto dalle donne yazide è stato il giornale americano Voice of America

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Matite indelebili, a Rivarolo parte la denuncia
Gigantesca tegola su frau Merkel: i tedeschi vogliono la Dexit
sondaggio shock: il 67% vuole lasciare la Ue

Gigantesca tegola su Frau Merkel: i tedeschi vogliono la Dexit

Repubblica ceca: tre importanti iniziative in nome della libertà
Repubblica ceca: tre importanti iniziative in nome della libertà

Praga: l'SPD chiede un referendum per uscire dalla Ue


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU