Terroristi coi barconi

A Trapani s’indaga su due libici sospettati di essere militari dell’Isis

Si trovano in un centro di accoglienza a spese degli italiani, in attesa di ottenere lo status di rifugiati politici. I loro corpi segnati da cicatrici di guerra

Fabio Cantarella
A Trapani s’indaga su due libici sospettati di essere militari dell’Isis

Foto ANSA

Due terroristi dell’Isis sarebbero giunti a bordo di un barcone e adesso, a spese degli italiani, si troverebbero in un centro d’accoglienza in attesa del nulla osta di rifugiati politici. A Trapani c’è grande attenzione attorno alle indagini avviate sulla presenza di due libici ospitati all’interno di un centro di accoglienza. Entrambi sono in attesa del nulla osta di rifugiato politico.

Sui telefoni cellulari dei due “migranti” sono stati rinvenuti messaggi e comunicazioni che sembrerebbero collegarli al terrorismo dell'Isis. Peraltro, i due libici, in occasione della visita medica di routine alla quale vengono sottoposti tutti i migranti sbarcati sulle coste italiane, hanno attirato l’interesse dei medici per la presenza sui loro corpi di numerose e vistose cicatrici. Il sospetto, molto forte, è dunque che potrebbero essere militari aderenti alla sanguinaria organizzazione terroristica islamica.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Padellaro minaccia Salvini
il giornalista aizza via twitter, grimoldi risponde

Padellaro minaccia Salvini: "Fermatelo ad ogni costo!"

Saviano da del mafioso a Salvini
il naufragio del pensiero

Saviano dà del mafioso a Salvini

Italia accogliona: il capo della pandilla di Milano chiede asilo
quasi staccarono un braccio a un controllore

Italia accogliona: il capo della pandilla di Milano chiede asilo

Abusi su Sara Tommasi, assolto agente
pm Milano aveva chiesto 8 anni

Abusi su Sara Tommasi, assolto agente

Modena, accoltellamento discoteca: sette denunciati
immortalati dalle telecamere di sorveglianza

Modena, accoltellamento discoteca: sette denunciati


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU