la picchiava e le nascondeva le medicine

Malato di gioco obbliga la compagna a prostituirsi. Arrestato

Era da tempo vittima di violenze continue da parte del compagno che le sottraeva la pensione d'invalidità per giocare alle slot machines

Redazione
Malato di gioco obbliga la compagna a prostituirsi. Arrestato

Foto ANSA

Dopo averla per mesi sottoposta a violenze, derubata e persino costretta a prostituirsi per procurargli i soldi per il gioco, inducendola a rifugiarsi a casa di una amica, ha cominciato a perseguitare la sua ex compagna con sms, minacce e seguendola per strada. Fino a che la donna lo ha denunciato consentendo ai carabinieri di arrestarlo.

Così un uomo di 54 anni, ludopatico, di Canosa, è finito in carcere con le accuse di stalking, induzione e sfruttamento della prostituzione e danneggiamento seguito da incendio. Le indagini coordinate dalla Procura di Trani hanno accertato che la donna, cinquantenne e invalida, era da tempo vittima di violenze continue da parte del compagno che le sottraeva la pensione d'invalidità per giocare alle slot machine.

Quando il denaro non bastava, minacciava la donna con un coltello, costringendola a prostituirsi procacciando lui stesso i clienti. In alcuni casi non le avrebbe consentito di assumere le medicine di cui aveva bisogno, obbligandola a bere alcolici.
   

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Mineo chiude: la pacchia è finita
il celebre centro accoglienza chiude i battenti

Mineo chiude: la pacchia è finita

Asilo di Rodengo, la leghista Ceruti porta il caso al Pirellone
all'ufficio del garante per l'infanzia e l'adolescenza

Asilo di Rodengo, la leghista Ceruti porta il caso al Pirellone

Quando la scuola e la cultura sono libere, sul serio
In Italia sempre più “Home schooling”

Quando la scuola e la cultura sono libere, sul serio

Papa Francesco: "L'inferno non esiste"
la "teologia sbagliata" di bergoglio

Papa Francesco: "L'inferno non esiste"

Responsabilità, fermezza e perseveranza, antidoto contro tutte le droghe
Fotogrammi stupefacenti. Storia di una rivincita

Responsabilità, fermezza e perseveranza, antidoto contro tutte le droghe


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU