Invasione programmata

Arrivati altri 625 clandestini

500 immigrati sono stati recuperati dalla Guardia Costiera italiana al largo della Libia, altri 125 sono stati invece imbarcati nel Canale di Sicilia

Redazione
Arrivati altri 625 clandestini

Immigrati recuperati dalla Marina Militare. Foto ANSA

Un peschereccio alla deriva, con a bordo oltre 500 immigrati, è stato raggiunto nella mattinata di mercoledì 29 giugno al largo della Libia da alcune unità di soccorso i cui equipaggi, al termine di una complessa operazione ostacolata da avverse condizioni meteorologiche, sono riusciti a trarre in salvo tutti i clandestini. L'intervento è stato coordinato dalla centrale operativa di Roma delle Guardia Costiera, che ha inviato in zona quattro proprie motovedette salpate da Siracusa, Catania e Roccella Jonica (Reggio Calabria).

All'operazione, che si è svolta con mare forza 4 e vento forte, hanno partecipato anche una motovedetta della Guardia di Finanza e tre mercantili dirottati sul punto. Presi a bordo delle motovedette, gli immigrati sono stati successivamente trasferiti sulla nave Bourbon Argos, di Medici senza Frontiere, che ha fatto poi rotta verso l'Italia. In un'altra operazione l'equipaggio di nave Diciotti, della Guardia Costiera, ha raggiunto un gommone in difficoltà, sempre nel Canale di Sicilia, e preso a bordo 125 clandestini.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Non solo via mare: drone svela l'esodo biblico attraverso la Slovenia
Trento, c'è Yara nel dossier del pedofilo
non la lasciano in pace neanche da morta

Trento, c'è Yara nel dossier del pedofilo

Latina, sorprende ladro, spara e ne uccide uno
Avvocato esplode 8 colpi di pistola

Latina: sorprende ladro, spara e ne uccide uno

Non solo via mare: drone svela l'esodo biblico attraverso la Slovenia
Latina, sorprende ladro, spara e ne uccide uno
Avvocato esplode 8 colpi di pistola

Latina: sorprende ladro, spara e ne uccide uno

Immigrati, la lettera del poliziotto ad un giornale: "Ma questa è un'invasione"
un agente svela cosa c'è dietro gli sbarchi dalla tunisia

Immigrati, la lettera del poliziotto ad un giornale: "Ma questa è un'invasione"

Scoppia la lite nel suk di Torino, nigeriano accoltella e uccide un italiano
da tempo i cittadini dicono no al ghetto dei clandestini

Scoppia la lite nel suk di Torino, nigeriano accoltella e uccide un italiano


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU