SCHEGGE DVRACRVXIANE

Perché non ripopolare i borghi abbandonati...con italiani?

Chi è più bisognoso fra un barbone italiano ultracinquantenne piegato dagli stenti e dalla solitudine, e un signorino arrivato in Italia l’altro ieri, bello in carne, nel fiore degli anni?

Helmut Leftbuster
Perché non ripopolare i borghi abbandonati...con italiani?

Barboni, clochard, senza-tetto..chiamateli come volete. Per noi sono solo concittadini sfortunati che, tanto più a seguito di crisi economiche, eventi catastrofici o “pandemici”, si ritrovano privati dell’ oikos, il fondamento etimologico del bene vitale per eccellenza: la caverna, il nido, la casa. Ora, premesso che uno Stato civile ed evoluto dovrebbe farsi carico dei bisogni primari dei suoi cittadini indigenti e abbandonati dando loro alloggio, vitto e riscaldamento in attesa di rimetterli in condizioni di autosufficienza compatibile con le specifiche personali d’ognuno (età, status, qualifiche ecc), perché non tentare una sintesi risolutoria del dramma dell’indigenza con un altro allarmante fenomeno tutto italiano, ovvero l’abbandono dei borghi storici dovuto al calo demografico e alla polarizzazione delle aspettative professionali dei giovani verso le grandi città?

Tanto più che una tale soluzione è stata ripetutamente prospettata per piazzare i soliti, benedetti e onnipresenti migranti. Già, perché quando si tratta di immigrazione, i politici italiani sembrano scatenare ogni forma di creatività e fantasia; mentre quando si tratta di aiutare gli Italiani, tutto appare sempre così cinicamente complicato e farraginoso. Ebbene, a vostro avviso, chi è più bisognoso fra un barbone italiano ultracinquantenne piegato dagli stenti e dalla solitudine, e un signorino arrivato in Italia l’altro ieri, bello in carne, nel fiore degli anni e magari anche accompagnato da fratelli e compari?

Orbene perché, allora, non affidare la cura e la manutenzione di quei tesori rurali, spesso pregni d’arte e cultura nostrane, a degli Italiani precipitati nel baratro del disagio anziché a degli sfaccendati totalmente avulsi dal nostro tessuto identitario, dal nostro percorso storico e soprattutto privi di qualsiasi condizione contributiva pregressa che possa renderli meritevoli di un tale privilegio? Eppure, un tempo, il barbone rappresentava l’iconografia del bisogno per eccellenza, prima che il migrante, col suo irresistibile fascino etnico/terzomondista, gli strappasse la sedia da sotto al culo.


E allora, se l’idea del ripopolamento dei borghi abbandonati è davvero praticabile, proponiamola intanto a chi magari quei borghi ha anche qualche motivo per amarli, anziché intravederci solo del diroccato suolo da arraffare. Perché altrimenti sorge il sospetto che il focus dell’idea di rivalorizzarli non sia tanto frutto d’amor patrio, quanto piuttosto l’ennesima sòla mirata alla sostituzione etnica degli Italiani.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Arriva la banda del bonus vacanza: tutte risorse africane
alassio: immigrati picchiano e derubano

Arriva la banda del bonus vacanza: tutte risorse africane

Torna il covid e becca i giovani
sbaglia chi pensava fosse finita

Torna il covid e becca i giovani

Crema, donna si dà fuoco in piazza. Ma la gente filma...
pericolo social: anzichè soccorrerla

Crema, donna si dà fuoco in piazza. Ma la gente filma...

Quanto si muore di Aids in Italia
Hiv e Aids, gli ultimi dati dell'Istituto superiore di sanità

Quanto si muore di Aids in Italia


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU