...e accusa i 'populisti'

"Roma obiettivo dell'Isis, la minaccia è reale": Minniti costretto ad ammetterlo

Il ministro Pd dell'Interno: "Ci sono tra i 25 e i 30mila foreign fighters che, di fronte a una rotta militare, si preparano a una diaspora verso l'Europa"

Redazione
"Roma obiettivo dell'Isis, la minaccia è reale": Minniti costretto ad ammetterlo

Minniti e le minacce Isis contro Roma

"La minaccia del terrorismo islamico non solo è cogente e costante, ma ci accompagnerà per un periodo non breve. E sottolineo, non breve. Il quadro che abbiamo è cambiato. Da almeno quattro, cinque mesi, in rete, è ripresa con forza la propaganda dell'Isis che invita a guardare Roma come obiettivo fortemente simbolico della campagna del terrore". Così il ministro degli Interni Marco Minniti è stato costretto ad ammettere in un'intervista pubblicata giovedì da Repubblica. "Ora che il voto del 4 marzo è passato, auspico un collettivo e sincero bagno democratico di tutte le forze politiche che sottragga termini come terrorismo, migrazione, sicurezza, libertà, al chiasso della propaganda" ha continuato, senza risparmiare da buon esponente del Partito Democratico di accusare i 'populisti' di utilizzare il tema per fare propaganda.

"Auspico che chi siederà qui al mio posto voglia convenire non solo sul quadro che abbiamo di fronte, sulla sua complessità, sulla natura della minaccia, ma sul fatto che le questioni che passano da questo ministero debbano essere sottratte non alla politica, ma a una sua idea partigiana o propagandistica". Non pago della batosta elettorale, insiste: "auspicherei che chi arriverà qui non venga colto dalla cosiddetta 'sindrome da anno zero', quella per cui si butta tutto ciò che si è fatto per dare l'impressione che cominci una nuova stagione". Minniti ammette però l'esistenza di un pericolo imminente: "Ci sono tra i 25 e i 30mila foreign fighters che, di fronte a una rotta militare, si preparano a una diaspora individuale verso l'Europa che, necessariamente, sfrutterà le rotte rimaste aperte. Dunque, quella del Mediterraneo centrale".

Questa minaccia "pone l'Italia in una posizione ancora più cruciale e indica il controllo dei confini libici, settentrionali e meridionali, come una priorità della nostra sicurezza nazionale. E tutto questo, per non parlare dei lupi solitari". Sulla situazione Libica: "non mi nascondo né le fragilità, né l'inaccettabilità di quello che ancora accade in Libia. Ma se sedici mesi fa qualcuno avesse detto che il nostro Paese avrebbe inaugurato un corridoio umanitario, che il nostro modello di prevenzione avrebbe dimostrato che il prezzo da pagare non è stata una condizione di eccezione allo stato di diritto, forse pochi ci avrebbero scommesso. È la dimostrazione che non c'è nulla di immutabile. E soprattutto che terrorismo e migranti richiedono un governo della testa e non della pancia". Dipende però molto da cosa pensa quella testa...

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

La libertà è finita, arriva il reato di opinione
Il Parlamento discute la legge sulla c.d. omofobia

La libertà è finita, arriva il reato di opinione

Centrodestra in piazza, la Digos "visiona i video"
meloni: "il regime pensa di intimorirci"

Centrodestra in piazza, la Digos "visiona i video"

Marco Travaglio, il bacio galeotto. Lei non è la moglie...
fa i pistolotti moraleggianti agli altri e poi...

Marco Travaglio, il bacio galeotto. Perché lei non è la moglie...

Alé, venite tutti: avanti, c'è posto!
parte la regolarizzazione degli immigrati

Alé, venite tutti: avanti, c'è posto!

Catania, rapina shock: senegalese rompe bottiglia e ferisce lui per rubare bici a lei
Incendio nel quartiere "etnico" di Zingonia
a fuoco struttura abbandonata ribattezzata lo scheletro

Incendio nel quartiere "etnico" di Zingonia


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU