Ospiti di una residenza in collina

Protesta dei clandestini a Verona, bloccata una strada. La Lega: "Rimpatriarli subito!"

Un gruppo di richiedenti asilo ha interrotto il traffico nei pressi della Questura con una manifestazione non autorizzata. Fontana: "Vanno riportati in Africa"

Redazione
Protesta dei clandestini a Verona, bloccata una strada. La Lega: "Rimpatriarli!"

A Verona un gruppo di clandestini è sceso in strada martedì per protestare contro le condizioni con le quali viene ospitato a Costagrande, una residenza sulle colline tra la città e Grezzana, che accoglie il gruppo più consistente di richiedenti asilo. Una trentina di immigrati, di origine eritrea, ha bloccato una strada nei pressi della Questura con una manifestazione non autorizzata. Sul posto agenti della Polizia di Stato e della Municipale. Nei giorni scorsi una delegazione di profughi si era recata in Prefettura, lamentando ritardi nel pagamento del "pocket money" e altri disagi nella struttura che ospita circa 500 richiedenti asilo.

"Non può esistere che cittadini onesti, che magari stanno lavorando, siano bloccati da una manifestazione non autorizzata inscenata da finti profughi: chiediamo che gli immigrati responsabili delle proteste di questa mattina siano denunciati e immediatamente rimpatriati in Africa, a spese loro" ha detto l'europarlamentare e vicesegretario federale della Lega Nord, Lorenzo Fontana.

"Se vogliono andarsene accontentiamoli - ha aggiunto -. Non abbiamo bisogno di immigrati che creano disagi e che si permettono di interrompere servizi e disturbare onesti cittadini che lavorano e pagano le tasse. La grave situazione che si è creata è anche responsabilità di quelle istituzioni che non sono in grado di garantire la sicurezza e che dovrebbero pagare per i disagi arrecati ai cittadini veronesi - ha concluso -. In particolare penso al ministero degli Interni, primo responsabile di questa situazione".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Matite indelebili, a Rivarolo parte la denuncia


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU