Stop invasione clandestina

La Prefettura di Pavia invia una ventina di immigrati a Vigevano e il Sindaco promette battaglia

L'amministrazione comunale aveva più volte ribadito la propria contrarietà, ma nei giorni scorsi gli stranieri sono arrivati lo stesso e sono ospitati in una struttura privata gestita dall'ennesima cooperativa

Ismaele Rognoni
La Prefettura invia una ventina di immigrati a Vigevano (PV) e il Sindaco promette guerra

Alcuni degli immigrati ospitati nella struttura privata, a Vigevano

A Vigevano negli scorsi giorni la Prefettura di Pavia, nonostante i ripetuti no dell'amministrazione comunale, con un bando ha assegnato la gestione di una ventina di immigrati alla cooperativa Milano Solidale che li gestirà in una struttura privata sita in via Pace 7. Gli stranieri provengono dal Gambia, dalla Costa d'Avorio e dalla Guinea che sono paesi in cui non vi sono guerre e che pertanto non fanno di questi immigrati dei profughi.
Nessuna donna, nessun bambino, nessun anziano, sono tutti giovani compresi tra i 19 e i 25 anni. Non ci risulta ad ora che, ad esempio, siano stati manifestati interessamenti nell'ospitare anche qualche cittadino italiano terremotato; forse perchè a differenza degli extracomunitari, gli italiani non percepiscono 35€ e non hanno diritto al vitto e alloggio pagato dallo Stato.

Dopo aver appreso la notizia che erano giunti questi individui nella sua città, il Sindaco Andrea Sala ha lanciato un appello sul proprio profilo Facebook: "La Prefettura, pur consapevole della mia forte contrarietà ad accogliere migranti, senza dire nulla li ha comunque inviati in una palazzina privata. Ho subito fatto intervenire la Polizia Locale per degli accertamenti, ma intendo proseguire nelle prossime ore con tutti gli strumenti che la Legge mi permette di utilizzare. Occorre immediatamente organizzarci e manifestare il dissenso all'arrivo di altri migranti, altrimenti queste persone diverranno solo l'apripista di una massiccia ondata".

Ieri anche il Deputato della Lega Nord-Noi con Salvini, Nicola Molteni, ha fatto visita ad un presidio organizzato davanti alla struttura di accoglienza e mi ha rilasciato alcune dichiarazioni, essendo presente sul posto: "Sono qui a sostenere questa battaglia a difesa della comunità locale di fronte a questo ennesimo processo di immigrazione voluto da Renzi e Alfano che stanno riempiendo le nostre comunità non di profughi, ma di clandestini. Prima vengono i cittadini del nostro paese, soprattutto quei 4 milioni di italiani che vivono sotto la soglia di povertà, mentre il governo spende 4 miliardi di euro nell'accoglienza di clandestini che si fingono profughi. Continueremo, come Lega, a difendere la nostra identità e la nostra terra".


LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Bello figo o brutto sbronzo?
visto da un cattolico

Bello Figo o brutto sbronzo?

Si è dimesso
renzi al colle da mattarella

Si è dimesso. Ora al voto!

Friburgo: rifugiato afghano stupra e uccide la figlia di un funzionario Ue
la vittima, volontaria di un centro accoglienza

Studentessa uccisa a Friburgo: era la figlia di un funzionario Ue


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU