La Cultura

Cino Velo
La Cultura

Dalla notte dei tempi, il patrimonio di questa astratta parola è stato conteso da pretendenti di varie origini e lignaggi. In tempi più recenti pare essere appannaggio di una ideologia, tanto da possederne quasi il monopolio. Secondo i Benpensanti la Cultura è di sinistra e gli antagonisti sono considerati rozzi, ignoranti, brutti, sporchi e cattivi. Per rendermi conto di tale affermazione ho chiesto ai ben informati se è possibile vedere, con i propri occhi, dove alloggia questa fantomatica Cultura. Suggeriscono senza alcun dubbio: "alla festa della Sinistrà". L'occasione si presenta poco dopo, perché per lavoro devo recarmi presso la festa della Sinistrà che annualmente si celebra dalle mie parti. Devo ammettere che c'è parecchia gente in fila per accedere alla grande arena. In effetti, fin da subito, di Cultura se ne sente l'odore già all'entrata. Stand gastronomici servono polenta e Cultura, salsicce e Cultura ed addirittura panini farciti di Cultura e rucola. In un'altra area è allestita la pesca a premi, chi vince può portare a casa pelouche di Cultura da regalare ai nipoti. Altrove distribuiscono Cultura take-away liofilizzata in comode bustine, surgelata di produzione etnica, trinciata per fumatori, incorniciata per intenditori, barricata per meditabondi e in confezione regalo da donare a parenti ed amici. Nell'area libreria sono esposti libri di grande Cultura fra i quali spiccano le biografie di un dittatore baffuto che ha sterminato milioni di individui sotto la luce benevola di una romantica stella rossa e di un sedicente timoniere, autore di un diffuso libercolo rosso, che per non essere da meno ne ha fatto fuori alcuni milioni di più. In ogni dove c'è Cultura, spessa e densa, che fluttua e poi si deposita qui e là. In fondo, in un angolo dimenticato, vicino a vecchie falci e martelli arrugginiti, stazionano malconci cassonetti traboccanti di Cultura rancida e scaduta da tempo. A lato, accatastate, potature rinsecchite di ulivi e querce. Finito il mio compito, decido di rincasare e, mentre mi dirigo al parcheggio, sento un fruscio ritmico e strisciante. Controllo e mi accorgo che alle suole delle scarpe è rimasto appiccicato uno strato di Cultura. I Benpensanti, quelli con la puzzetta sotto il nasino perennemente arricciato, hanno veramente tutto il diritto di vantarsi della loro Cultura a senso unico. Però vogliamo ammettere che sono tanto più veri e simpatici i rozzi, ignoranti, brutti, sporchi e cattivi?

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

"Amore Criminale: e i suoi frutti amari"

Commenti

Scrivi qua il tuo commento

Caratteri rimanenti: 1500


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU