Centinaia di minorenni abusate dagli immigrati

Svezia: è boom di stupri islamici

Il Consiglio nazionale svedese ha cercato in ogni modo di non puntare il dito contro gli immigrati, ma i dati parlano chiaro. E sono solo la punta dell'iceberg

Redazione
Svezia: è boom di stupri islamici

Violenze sessuali ad opera di immigrati nordafricani o comunque di fede musulmana. Nell'accogliente terra scandinava sta diventando un grosso problema. Che qualcuno cerca di nascondere

C'è una pubblicità choc che ancora oggi campeggia su molti siti web della Svezia: un’illustrazione mette in guardia le donne dallo sposare immigrati musulmani, spiegando che, nei primi sette mesi del 2013, oltre mille donne hanno riferito di essere state violentate da immigrati musulmani nella capitale Stoccolma. Oltre 300 di queste avevano meno di 15 anni. Viene anche detto che il numero di stupri è in crescita del 16% e che gran parte del dato riguarda ragazze giovani. A divulgare questi numeri è un rapporto del Bra, il Consiglio nazionale svedese per la prevenzione del crimine che, in un Paese a lungo ostaggio dall’estrema sinistra, fa i salti mortali per evitare di puntare il dito contro gli immigrati musulmani.

La qual cosa ha spinto anonimi quanto arrabbiati cittadini a veicolare la pubblicità choc via Internet, scrivendo: “Quando si interpellano fonti della polizia e governative, queste in maniera anonima – per paura di perdere il lavoro – che i numeri del BRA riguardano i musulmani. E la maggior parte di questi stupri e aggressioni sessuali sono causati da richiedenti asilo. Questi numeri sono solo la punta dell’iceberg. Secondo le autorità, le statistiche reali circa gli stupri in Svezia sono del 400-900% in più rispetto i numeri ufficiali”…

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Gigantesca tegola su frau Merkel: i tedeschi vogliono la Dexit
sondaggio shock: il 67% vuole lasciare la Ue

Gigantesca tegola su Frau Merkel: i tedeschi vogliono la Dexit

Fidel è morto
la vignetta di krancic

Fidel è morto


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU