Il mondo fantastico di un Premio Nobel

Immigrati, la versione di Llosa

Marxista convinto, ce l'ha a morte con i "populisti" e vagheggia un'Europa di pace e di accoglienza. E vuole abolire crisi e povertà

Redazione
Immigrati, la versione di Llosa

Foto ANSA

Categoricamente convinto della necessità di accogliere i migranti (tanto, non li ospita a casa sua), teme che l'Europa possa frantumarsi. Sogni e utopie di un letterato

Mario Vargas Lllosa, premio Nobel per la letteratura. E strenuo sostenitore dell’accoglienza (anche perché nel suo Paese, il Perù, i clandestini non vanno, ma anzi è proprio da là che tagliano la corda, nel sollievo generale). Doppia cittadinanza, peruviana e spagnola, intellettuale prestato alla politica, critica ed esalta al tempo stesso l’Unione Europea, che considera “il più importante progetto politico del mondo, una utopia pienamente realizzabile”. Così Llosa alla stampa, ma poi il vero motivo della sua fede europeista, la matrice marxista antiamericana di giuventù (fu estimatore di Fidel Castro, poi, deluso, si avvicinò al neoliberismo), salta fuori tra una frase e l’altra. “Non va bene che ci siano due superpotenze, Stati Uniti e Cina”, ha raccontato al cronista de Il Giorno Pier Francesco De Robertis, “l’Europa deve esserci, è la fonte della democrazia, la culla della cultura, dell’individualismo e del mercato. La rottura dell’Unione europea sarebbe un guaio per tutto il mondo. L’Europa occidentale sta attraversando un lungo periodo di pace coma mai prima nella storia”.

Poi parla male dei populisti, che definisce “piaga nazionalista che, quando l’immigrazione clandestina trova le prime pagine dei giornali, trovano terreno fertile” e sforna la sua ricetta di sicuro successo: “Per cercare di ridurre le migrazioni i muri non servono a niente, come pure non serve aumentare le quote d’ingresso. Bisogna aggredire le cause che sono all’origine degli spostamenti, essenzialmente il disagio economico, la povertà. È questa che va risolta”. Benvenuto nel mondo dei sogni, premio Nobel.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

La Fornero piange sul loden versato
Lacrime di coccodrillo

La Fornero piange sul loden versato

Tajani contro chi si difende: "Sanzioni per i Paesi che contrastano l'invasione"
Nel mirino Ungheria, Polonia, Austria e Repubblica Ceca

Tajani contro chi si difende: "Sanzioni per i Paesi che contrastano l'invasione"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU