Il miracolo di Syriza

Tsipras vince e Cristo piange

In Grecia la stampa lo ha ribattezzato “il miracolo di Tsipras”: il giorno della vittoria della Sinistra estrema un’icona ha pianto lacrime; non di sangue ma d’olio, come è nella tradizione ortodossa

Alfredo Lissoni
Tsipras vince e Cristo piange

L’episodio greco, che è già diventato un caso, in Internet e tra le persone che fanno i turni per vegliare sull'icona religiosa, viene letto come un buon auspicio

Ma vediamo assieme i fatti: dal giorno della vittoria elettorale del leader di Syriza Alexis Tsipras, il 25 gennaio 2015, c'è un crocifisso in un santuario del Peloponneso che ha iniziato a lacrimare senza mai smettere. E la gente grida al miracolo.

Tutto è accaduto la sera in cui le tv di tutta la Grecia trasmettevano a reti unificate le immagini del trionfo elettorale di Alexis Tsipras; un crocifisso del primo Novecento nel santuario di San Nicola ad Asprokambos ha iniziato a piangere. “Dagli occhi della statua esce senza interruzione un liquido trasparente, vagamente oleoso, incolore e inodore che poi cola lungo tutto il corpo del Cristo”, ha raccontato alle televisioni nazionali il metropolita Dionisio della Chiesa di Corinto. L’accostamento con la politica, a dirla tutta, ci sembra irriverente; ma la gente del posto, colpita dalla coincidenza temporale con la vittoria elettorale che prometteva di liberare la Grecia dal giogo delle banche (e dei debiti) d’Europa, ha gridato subito al miracolo. Da allora i fedeli vegliano giorno e notte l'icona, mentre un flusso costante di fedeli accorre ad ammirare il fenomeno e a pregare nel santuario.

"In tema di fede bisogna sempre essere prudenti", dice Dionisio, che si è impegnato a riferire di questo episodio al Santo Sinodo e a convocare in tempi stretti un'equipe di scienziati per l'analisi delle lacrime. "Mi auguro che il fenomeno sia solo un'occasione per spingere i fedeli alla riflessione e alla preghiera e non per fare pubblicità al nostro territorio", ha detto in un'intervista all'agenzia di stampa nazionale.

Ma quale è il significato di queste manifestazioni? Lo abbiamo chiesto a padre Dimitri Fantini, della Parrocchia Ortodossa Russa di via Giulini a Milano, che ci ha detto: “A ragione, sono fenomeni che non sono rari; in genere l'olio emesso dalle icone ha un profumo particolarmente intenso e non paragonabile alle essenze naturali che conosciamo. Come credente sento un invito alla preghiera e alla penitenza, un richiamo verso il Paradiso nel quale speriamo di arrivare al termine della nostra vita...”. Visto come è andata a finire, fosse il Cristo piangeva per dolersi, e non per rallegrarsi, di quella vittoria. Sia come sia, adesso è Tsipras che piange...

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Uomini e dei. Ma dallo spazio
i misteriosi annunaki

Uomini e dei. Ma dallo spazio

La Madonna appare a S.Bonico?
miracolo a piacenza

La Madonna appare a S.Bonico?

Quando il Santo Volto sanguinò nel Benin
prodigio nella diocesi di cotonou?

Quando il Santo Volto sanguinò nel Benin

Creature misteriose nel Triveneto
x-files di casa nostra

Creature misteriose nel Triveneto


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU