Terza operazione in pochi giorni

Sequestrate a Roma 58 tonnellate di cibo avariato che era destinato ai negozi etnici

Stoccate in un magazzino abusivo gestito da due bengalesi, pieno di muffa e di topi, le derrate alimentari importate erano in pessimo stato di conservazione

Redazione
Sequestrate a Roma 58 tonnellate di cibo avariato destinato ai negozi etnici

Foto ANSA

I NAS di Roma hanno individuato ed ispezionato mercoledì tre depositi appartenenti ad altrettanti operatori commerciali di vendita all'ingrosso di prodotti extra Ue situati nell'area della Capitale. In particolare, è stato scoperto un magazzino abusivo di 500 mq in zona Ardeatina nel quale sono state sequestrate 48 tonnellate di alimenti. Le derrate (riso, spezie, condimenti e conserve vegetali) erano in cattivo stato di conservazione, stoccate in ambienti malsani, con infiltrazioni di acqua piovana, presenza di umidità e muffe alle pareti e nella pavimentazione.

È stata inoltre riscontrata la presenza di ratti e relative tracce a contatto con le confezioni, la cui presenza ha determinato anche episodi di foratura degli imballaggi, specie dei sacchi contenenti riso, facilmente aggrediti dai roditori. La potenziale pericolosità insita nelle modalità di stoccaggio, oltre a richiedere l'immediato sequestro degli alimenti, ha determinato il denuncia dell'Autorità giudiziaria dei due titolari della ditta, di origine bengalese. I prodotti, che risultano importati da India, Pakistan e Bangladesh, sarebbero stati destinati principalmente ai negozi etnici della Capitale e della provincia.

Già in precedenti interventi i NAS di Roma avevano individuato altri due depositi contenenti alimenti irregolari ed operato il sequestro complessivo di circa 1.000 kg di derrate. In un caso il sito controllato, ubicato nel quartiere Esquilino e riconducibile ad un'impresa diretta da un cittadino cinese, deteneva alimenti di origine animale (prodotti a base di carne suina e avicola, uova cent'anni, salumi e latte) importati illecitamente dalla Cina in violazione delle disposizioni comunitarie e nazionali di profilassi sanitaria.

In un altro magazzino, situato in zona industriale della Prenestina, sono stati sequestrati 750 kg di alimenti (condimenti, olive in salamoia, prodotti caseari, succhi di frutta) riscontrati dai militari in cattivo stato di conservazione. I prodotti infatti, sebbene importati regolarmente dall'Egitto, presentavano confezioni lacerate e contenuto interno intaccato da muffe, mentre i formaggi e altri alimenti deperibili erano conservati a temperatura ambiente anziché refrigerata come previsto. Anche in questa occasione il gestore dell'azienda è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Roma.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Il rammarico di Padoan: gli italiani non crepano più
i nostri anziani trattati come parassiti

Il rammarico di Padoan: gli italiani non crepano più

Non solo via mare: drone svela l'esodo biblico attraverso la Slovenia
Non solo via mare: drone svela l'esodo biblico attraverso la Slovenia
Latina, sorprende ladro, spara e ne uccide uno
Avvocato esplode 8 colpi di pistola

Latina: sorprende ladro, spara e ne uccide uno

Scoppia la lite nel suk di Torino, nigeriano accoltella e uccide un italiano
da tempo i cittadini dicono no al ghetto dei clandestini

Scoppia la lite nel suk di Torino, nigeriano accoltella e uccide un italiano


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU