Ritratto di un Paese allo sbando

Un italiano su tre non ce la fa più. E pensa di espatriare per disperazione

Una ricerca evidenzia come il 26% dei nostri connazionali abbia il fondato timore di finire in povertà. Avvisate il ministro Poletti, incredibilmente ancora al suo posto

Redazione
Un italiano su tre non ce la fa più. E pensa di espatriare per disperazione

Foto ANSA - Poletti

Siccome i 30-40enni andranno in pensione, se ci andranno, a 75 anni e siccome già ora l’età pensionabile in Italia è la più alta d’Europa grazie alla riforma Fornero votata dal Partito Democratico e dall’attuale Forza Italia, non sorprende il fatto che un italiano su tre sia fortemente preoccupato per il proprio futuro post-lavorativo e mediti di trasferirsi all’estero, in particolare in Spagna, un tempo nazione considerata con sufficienza.

Ciò che rileva il Monitor Allianz Global Assistance, attraverso una ricerca condotta in collaborazione con l'istituto di ricerca Nextplora, non è altro che il ritratto di un Paese allo sbando. Senza prospettive per il futuro e nemmeno per il presente. Gli italiani pensano che i contributi versati non basteranno a rendere la propria pensione serena e per questo molti (il 26%) progettano di espatriare. Insomma una ricerca da mostrare al ministro Poletti, ancora incredibilmente al suo posto nonostante l'insulto agli italiani costretti a lavorare all'estero, mentre il figlio del suddetto ministro lavora in Italia grazie a copiosi finanziamenti pubblici.

Un italiano su tre, nella fascia d'età tra 25 e 64 anni, associa infatti il proprio periodo post lavorativo ad un momento in cui dovrà affrontare gravi difficoltà economiche: significativo come questa diffusa percezione negativa si riduca poi notevolmente tra gli intervistati con oltre 65 anni (solo il 16%). Ed è anche per questo che il 26% delle persone tra i 25 e i 64 anni lascerebbe l'Italia, per vivere la pensione in un Paese straniero. Anche in questo caso, la media è il risultato di dati che variano molto tra le fasce d'età: il 27% tra i 25-34 anni, il 24% tra 35-44 anni, il 32% tra i 45-54 anni, per scendere poi al 18% tra i 55-64 anni. Lo stacco generazionale diventa nuovamente importante con gli over 65enni, tra i quali solo il 12% pensa di trasferirsi fuori dall'Italia. C’è da aggiungere inoltre che il 30% degli italiani ritiene da pensionato che non avrà un reddito sufficiente per permettersi delle spese voluttuarie, quelle oltre il regime di sussistenza.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Facebook come Renzi: censura l'arte classica italiana
da bollino rosso la mostra di sgarbi

Facebook come Renzi: censura l'arte classica italiana


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU