Il posto? Sempre meno fisso!

Il lavoro in Italia è una tragica commedia

Tra tutele crescenti e adeguamento dei contratti nel pubblico impiego, il 2018 prosegue con la chimera Jobs Act

Andrea Lorusso
Il Lavoro in Italia è una tragica commedia

Foto giornalettissimo.com

Tra gli ultimi atti governativi c’è stato quello di alzare l’asticella reddituale per non perdere il Bonus Renzi, altrimenti i pubblici impiegati ne avrebbero risentito nello sblocco contrattuale, rischiando di ottenere un adeguamento delle retribuzioni tra scatti d’anzianità e recupero inflattivo, a somma zero con la perdita dei quasi mille euro annui del famigerato sconto fiscale sull’Irpef.

Saltati i blitz della “sinistra-sinistra” per ottenere una guaina più robusta nei casi di licenziamento economico-disciplinare illegittimo, aumentando gli indennizzi economici, adesso bisognerà attendere il prossimo esecutivo per vedere modifiche (o l’estirpazione) del Jobs Act.

Checco Zalone
in un Paese frustrato e precarizzato, aveva già magistralmente raccontato con una ironia dalla tagliente verità, in “Quo Vado?”, l’esasperazione di un impiegato per mantenere il proprio “posto fisso”. Adesso ci regala un’altra chicca fantastica, questa volta in una parodia musicale sulle note di Guccini per affondare in maniera ancora più precisa le riforme degli ultimi anni, chiedendosi in quale pertugio vada a finire la Locomotiva delle garanzie.

Ed in effetti il 2018 è iniziato maluccio, con il Comune di Massa (Massa Carrara) in preda a dissesti di bilancio che hanno impedito la stabilizzazione di alcuni lavoratori, tra cui quella di due impiegati in farmacie private che si sono licenziati. Tra questi una donna di 35 anni, incinta di due gemelli, che ha accusato un forte malore dopo l’agonizzante notizia di mancata assunzione, mettendo in pericolo la gravidanza.

Probabilmente la vicenda proseguirà nelle aule dei Tribunali, tra l’altro l’assurdo è che questo personale rientrava in una graduatoria, regolarmente in piedi, dal 2010. Ma su questo non arriverà un tweet di Renzi, anche perché a voler usare la malizia, il Sindaco di Massa è del PD.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Rifugiati, l'Onu approva il Global compact on Refugees
vogliono farci invadere a tutti i costi

Rifugiati, l'Onu approva il Global Compact on Refugees

Stasera tutto esaurito a Parma per “Red Land - Rosso Istria”
Dopo il boicottaggio dei “neo-comunisti” a Pordenone…

Stasera tutto esaurito a Parma per “Red Land - Rosso Istria”

Immigrati, arriva Juncker. E parla di "Stati ipocriti"
"Alcuni paesi rifiutano di potenziare controllo frontiere"

Immigrati, arriva Juncker. E parla di "Stati ipocriti"

Quell’incrocio perverso fra “nuovi diritti” e immigrazione clandestina
Permesso di soggiorno per convivenza di fatto: altro regalo al racket

Quell’incrocio perverso fra “nuovi diritti” e immigrazione clandestina

Stasera tutto esaurito a Parma per “Red Land - Rosso Istria”
Dopo il boicottaggio dei “neo-comunisti” a Pordenone…

Stasera tutto esaurito a Parma per “Red Land - Rosso Istria”


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU