caos alla intecs: chiude ma non lo comunica

Non arrivano le lettere di licenziamento, in 65 restano fuori

L'azienda aquilana ha chiuso in concomitanza con il Natale, ma non ha avvisato i ricercatori che si sono presentati nel sito produttivo, trovando chiusi i cancelli

Redazione
Non arrivano le lettere di licenziamo, in 65 restano fuori

Foto ANSA

La Intecs, ultima azienda aquilana a chiudere i battenti, di quello che era il polo elettronico aquilano, annuncia i 65 licenziamenti, tra l'altro in concomitanza con il Natale, ma non invia le lettere ai ricercatori che si sono presentati nel sito produttivo, trovando chiusi i cancelli. Lo denuncia il segretario generale della Fiom-Cgil Provinciale L'Aquila, Elvira De Sanctis, che martedì mattina ha chiamato le forze dell'ordine per segnalare il fatto. Fiom e lavoratori fanno sapere che "metteranno in campo tutte le azioni a tutela dei loro diritti visto che un licenziamento ingiusto, perpetrato in concomitanza delle festività natalizie, per giunta mal comunicato, può creare difficoltà alle pratiche di accesso alla Naspi".


"E' caos totale da parte dell'azienda nella comunicazione ai lavoratori del recesso del rapporto di lavoro - spiega in una nota De Sanctis -. E così anche nella fase di chiusura del sito dell'Aquila e licenziamento di tutti i 65 ricercatori la Intecs è riuscita a dare il peggio di sé. Nella giornata di oggi i lavoratori, non avendo ricevuto la lettera di licenziamento, si sono doverosamente recati sul posto di lavoro dove però hanno trovato sbarrata e accuratamente chiusa con un lucchetto la porta di ingresso all'azienda".


Il sindacalista spiega che di fronte a questa serrata la Fiom ha chiamato le forze dell'ordine "e contattato telefonicamente in loro presenza la responsabile aziendale dell'ufficio del personale la quale si è limitata a dire che prendeva atto della circostanza, ma che confermava l'intenzionale chiusura dell'azienda. Le forze dell'ordine hanno quindi potuto constatare la reale situazione".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Rifugiati, l'Onu approva il Global compact on Refugees
vogliono farci invadere a tutti i costi

Rifugiati, l'Onu approva il Global Compact on Refugees

Stasera tutto esaurito a Parma per “Red Land - Rosso Istria”
Dopo il boicottaggio dei “neo-comunisti” a Pordenone…

Stasera tutto esaurito a Parma per “Red Land - Rosso Istria”

"I militari non possono non essere sovranisti"
Il Generale Marco Bertolini striglia la politica

"I militari non possono non essere sovranisti"


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU