A Sorisole (Bergamo)

Marocchino non si ferma all'alt, investe un maresciallo e scappa

Il militare, impegnato in un controllo antidroga, è stato travolto da un extracomunitario che ha cercato di superare il posto di blocco

Redazione
Marocchino non si ferma all'alt, investe un maresciallo e scappa

Carabinieri impegnati in un posto di blocco. Foto ANSA

Poco prima delle 19 di giovedì 2 giugno a Sorisole, in provincia di Bergamo, un maresciallo dei carabinieri è stato investito da un motociclo che non si è fermato all'alt che il militare gli aveva intimato. Il carabiniere, il maresciallo capo Giovanni Marchetti, comandante della stazione dell'Arma di Villa d'Almè, stava svolgendo il suo lavoro effettuando un servizio antidroga e non è fortunatamente rimasto ferito.

Il fatto si è verificato in Via Roma: il maresciallo, assieme ad alcuni colleghi, era impegnato in un servizio perlustrativo. Quando il militare ha intimato l'alt al ciclomotore, il conducente invece di rallentare ha proseguito la sua corsa, travolgendolo. Il mezzo era condotto da un extracomunitario, un cittadino marocchino, che dopo l'incidente e con il maresciallo a terra, ha abbandonato il mezzo ed è scappato a piedi: le ricerche nella zona non hanno dato esito e motociclo è stato sequestrato. Quanto accaduto ha iniziato a circolare in Facebook, scaldando gli animi di molti che conoscono il maresciallo; numerosi i messaggi di vicinanza nei suoi confronti.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Orban: "L'Ue non vuol fermare i clandestini"
la denuncia del presidente magiaro

Orban: "L'Ue non vuol fermare i clandestini"

Lodi, scoppia la protesta delle mamme musulmane
contestano le nuove regole per le prestazioni agevolate

Scuola a Lodi, scoppia la protesta delle mamme musulmane

Gira nudo per strada a Milano: "Voglio lasciare l'Italia!"
immigrato dà in escandescenze a niguarda

Gira nudo per strada a Milano: "Voglio lasciare l'Italia!"

Orban: "L'Ue non vuol fermare i clandestini"
la denuncia del presidente magiaro

Orban: "L'Ue non vuol fermare i clandestini"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU