Dopo l'attentato di Istanbul

Paura "social", arriva il decalogo anti kamikaze

In Turchia sta spopolando sui social network una guida su come comportarsi in caso di attacco terroristico. Consigli per esorcizzare il terrore quotidiano

Marco Dozio
Paura "social", arriva il decalogo anti kamikaze

Foto ANSA

In questi giorni sui social network in Turchia sta circolando una sorta di decalogo su come difendersi dagli attentati dei kamikaze. Quantomeno su come provare a uscirne vivi. Una guida pratica, con consigli semplici ma efficaci, che in breve tempo ha totalizzato migliaia e migliaia di condivisioni. E questo la dice lunga sullo stato di terrore con cui la popolazione è costretta a convivere nelle metropoli come nelle principali località turistiche. L’attentato all’aeroporto di Istanbul, un bilancio di 43 morti, è solo l’ultimo di una lunga serie.

Alla vista di un attentatore armato o pronto a far esplodere un ordigno, occorre buttarsi a terra, proteggere la testa con le mani e incrociare le gambe, in modo che le suole delle scarpe possano intercettare eventuali schegge. Al contrario di quello che si potrebbe pensare, durante l’esplosione il suggerimento del decalogo è di tenere la bocca aperta per diminuire la pressione dei polmoni. Dopodichè però occorrerebbe trattenere il respiro a lungo, per almeno trenta secondi, per inalare meno sostanze chimiche possibili. Naturalmente il consiglio poi è di allontanarsi il più possibile, ma con prudenza, per sfuggire a un’eventuale seconda esplosione. Dopo aver cercato di mettersi al sicuro, ad una distanza di almeno 100 metri, controllare il proprio stato di salute, la presenza di eventuali ferite e solo allora provare ad aiutare gli altri.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Padellaro minaccia Salvini
il giornalista aizza via twitter, grimoldi risponde

Padellaro minaccia Salvini: "Fermatelo ad ogni costo!"

Italia accogliona: il capo della pandilla di Milano chiede asilo
quasi staccarono un braccio a un controllore

Italia accogliona: il capo della pandilla di Milano chiede asilo

Travaglio condannato per diffamazione
per un articolo sulle intercettazioni

Travaglio condannato per diffamazione

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron
finanziamenti occulti al candidato presidente

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron

Eritrea. Stop sanzioni, stop emigrazione!
I due paesi del Corno d’Africa hanno deciso di mettere fine allo stato di guerra

Eritrea: stop sanzioni, stop emigrazione!


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU