L'INVASIONE CONTINUA

Altri immigrati a Vespolate, ma per il Sindaco bisogna accogliere

Un altro comune della provincia di Novara costretto a subire gli effetti nefasti dell'immigrazione senza controllo

Alex Bazzaro
Immigrati protestano

Foto ANSA

L'emergenza sbarchi continua. E subito, le drammatiche conseguenze di un invasione senza controllo si rinfacciano sul territorio. E così, in provincia di Novara, sono in arrivo anche a Vespolate, dopo Tornaco e Borgolavezzaro, un gruppo di profughi richiedenti asilo. Una decina di persone, con tutta probabilità donne provenienti dall’Africa Subsahariana. Verranno alloggiate nell’appartamento al primo piano del palazzo che affaccia sulla centralissima piazza Martiri, sopra la pizzeria. Il locale è stato preso in affitto dalla cooperativa sociale Borgo di Chiaravalle (che già gestisce un gruppo di giovani profughi nell’ex studio Karon di via Marconi a Borgolavezzaro) che si prenderà cura di loro.

Ma il Sindaco Pierluigi Migliavacca, eletto in una lista civica, non solo non pare preoccupato, ma anzi lancia un monito contro i populismi e a favore dell'accoglienza: "Dobbiamo tenere presente che saremo davanti a delle persone in difficoltà e non a delle ideologie. Dobbiamo essere pronti ad accogliere tutto il buono di questa nuova situazione che verrà a crearsi, in un incontro e confronto con altre culture". Insomma, avanti c'è posto, per la gioia delle coop e di tutti coloro che sul business dell'immigrazione ci campano, chissà che ne pensano i cittadini di Vespolate...

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Asti, legata e violentata per 24 ore da due tunisini
sequestrata e nascosta in uno scantinato

Asti, legata e violentata per 24 ore da due tunisini

Flop grillino: Di Maio convoca i suoi, ma la piazza resta vuota
Comizio annullato per mancanza di pubblico

Flop grillino: Di Maio convoca i suoi, ma la piazza resta vuota

Trieste dichiara guerra al racket dell'accattonaggio
Oltre 200 manifesti affissi in città

Trieste dichiara guerra al racket dell'accattonaggio

Milano, mignotte "China" addio
giro di vite sui bordelli cinesi

Milano, mignotte "China" addio


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU