le mail rubate di hillary

Scandalo in USA: Clinton beccato con il procuratore che gli indaga la moglie

Cosa si siano detti i due non è noto, ma il sospetto è che Bill stia cercando di far insabbiare l'indagine sulla consorte, candidata presidenziale

Alfredo Lissoni
Scandalo in USA: Clinton beccato con il procuratore che gli indaga la moglie

Se fosse stato Berlusconi, i dem avrebbero strillato subito "concussione". Trattandosi dell'ex presidente degli Stati Uniti Bill Clinton, i dem USA tacciono. Ma si incazzano i repubblicani, specie in piena campagna elettorale. Parte la polemica, accesissima, e "faccione" Bill è costretto - una volta di più - a scusarsi. E a dire che, riflettendo a posteriori sul suo incontro con il ministro della Giustizia Loretta Lynch, non lo rifarebbe. Lo riferiscono fonti vicine all'ex presidente.


Il colloquio tra Clinton e Lynch, avvenuto lo scorso lunedì all'aeroporto di Phoenix, ha sollevato acese polemiche, in particolare circa l'opportunità da parte dell'ex presidente di avvicinare la responsabile della Giustizia mentre è ancora in corso l'inchiesta sulle email di Hillary Clinton durante il suo mandato da segretario di Stato, azione per la quale l'ex first lady è stata recentemente torchiata per oltre tre ore dall'FBI. Cosa si siano detti l'ex presidente ed il ministro non è noto, ma il sospetto che Bill stia cercando di far insabbiare l'indagine sulla moglie candidata presidenziale è nella mente di tutti.


Bill smentisce e fonti vicine all'ex presidente sottolineano che, nonostante la conversazione non fosse pianificata e sia stata "di natura del tutto informale", Bill Clinton riconosce che agli occhi di altri possa essere apparsa in maniera diversa e concorda con la Lynch - che non aveva gradito per niente d'esser avvicinata - sul fatto che non la rifarebbe.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Il mandante
parola di Sultano

Il mandante

Tu, islamico, ferma gli assassini maomettani!
Londra, il primo cittadino musulmano non batte un colpo

Tu, islamico, ferma gli assassini maomettani!


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU