Il marcio del Partito democratico

Terni, l'arresto del sindaco svela il sistema PD: "Appalti alle coop in cambio di voti"

Candiani (Lega): "La città umbra è l’esempio di cosa accade quando governa il PD. Hanno truccato i bandi per favorire le cooperative, le quali ricambiavano con il voto". "Significa che l’accesso al lavoro è garantito solo se hai la tessera del partito in tasca"

Redazione
Terni, l'arresto del sindaco svela il sistema PD: "Appalti alle coop in cambio di voti"

“Terni è l’esempio di cosa accade quando governa il PD”, spiega al Populista Stefano Candiani, senatore della Lega attivo anche in Umbria. Ovvero un intreccio inestricabile tra partito e cooperative, che in questo come in altri casi si configura come delinquenziale, secondo la tesi della procura. Il sindaco Leopoldo Di Girolamo e l’assessore ai lavori pubblici Stefano Bucari, entrambi esponenti del Partito democratico, sono stati arrestati con l’accusa di aver favorito alcune cooperative “amiche” nell'assegnazione di appalti dal 2011 al 2016.

Secondo gli inquirenti, sindaco e assessore avrebbero concorso nel frazionare gli appalti in lotti per evitare l'asta pubblica e assegnare i lavori con procedura negoziata. In altre parole, appalti truccati. “Emerge una concezione del potere tipica del PD. Un intreccio di interessi finalizzato a garantire il proprio consenso elettorale. Si chiama scambio di voti”, aggiunge Candiani, ricordando la portata di uno scandalo che per lunghi anni avrebbe coinvolto politici del PD e funzionari pubblici. “Un sistema, appunto. Dalle indagini emerge che gli appalti sarebbero stati truccati per favorire sempre le stesse cooperative, addirittura procrastinandoli per 63 volte. Un sistema che si fa beffa delle regole evitando di garantire a tutti i medesimi diritti nell’accesso al lavoro".

"A Terni hanno truccato i bandi per favorire le cooperative che ricambiavano con il voto. Questo è quello che è accaduto in città e che accade in Umbria laddove il PD è al governo da troppi anni -  prosegue Candiani -. Emerge un sistema, una concezione di pubblica amministrazione e di potere finalizzato a garantire un’autoalimentazione. Ed è gravissimo, perché crea discriminazioni. Significa che l’accesso al lavoro è garantito solo se hai la tessera del partito in tasca”. Il leader della Lega Matteo Salvini mercoledì ha raggiunto la città umbra accolto da un bagno di folla. "Assunzioni in cambio di voti. Questo è quello che sta emergendo dalle indagini a Terni. Se fosse confermato sarebbe gravissimo. Le indagini sono iniziate dopo alcune segnalazioni della Lega su mancate manutenzioni in città".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron
finanziamenti occulti al candidato presidente

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron

I seguaci del demonio? Sono fra noi
nuovo ordine mondiale - 4

I seguaci del demonio? Sono fra noi

Progetto covid: "Sterminate il mondo"
nuovo ordine mondiale - 3

Progetto covid: "Sterminate il mondo"


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU