Aveva festeggiato il compleanno

Ucraino morto a Milano, giallo risolto: rincasando ubriaco è caduto nel Naviglio

L'uomo si è sporto dal parapetto e, probabilmente a causa degli effetti dell'alcol, ha perso l'equilibrio ed è precipitato battendo la testa sul fondo quasi in secca

Redazione
Ucraino morto a Milano, giallo risolto: rincasando ubriaco è caduto nel Naviglio

I soccorsi

Risolto il giallo del cittadino l'ucraino di 29 anni che è morto, dopo essere stato soccorso la notte tra giovedì e venerdì in stato di ipotermia e con una profonda ferita alla testa sulla pista ciclabile al confine tra Via IV Novembre di Trezzano sul Naviglio e Via Alzaia Trieste di Corsico (Milano). Trasportato d'urgenza all'ospedale San Carlo di Milano, qui è deceduto per le gravi condizioni in cui versava all'arrivo. L'ucraino era in compagnia di un connazionale di 24 anni, che dovrebbe essere il fratellastro, e sembra abbia trascorso la serata a festeggiare il proprio compleanno: è stato proprio il 24enne a chiamare i soccorsi. Gli esami hanno stabilito che la causa della morte dell'ucraino di 29 anni è l'ipotermia. I carabinieri hanno ricostruito esattamente la dinamica della notte scorsa.

Assieme al fratellastro stava festeggiando il suo compleanno, tornavano a casa ubriachi, quando il 29enne ha deciso di sporgersi dal parapetto del Naviglio. Forse a causa dell'alcol ha perso l'equilibrio ed è precipitato battendo la testa sul fondo quasi in secca. Il fratellastro è sceso per tirarlo su, ha detto che in quel momento, nonostante la profonda ferita alla testa, era lucido. Probabilmente l'ucraino si è tolto la maglia per non avere abiti bagnati ma questa mossa gli è stata fatale. Non potendo usare il cellulare, rotto nella caduta, il soccorritore è andato in cerca di aiuto ma solo dopo 30-40 minuti è riuscito ad attirare l'attenzione di un condomino che abita non molto lontano dalla pista ciclabile. L'uomo ha chiamato il 118 e i carabinieri, il loro intervento tempestivo non è riuscito a salvare il giovane ormai compromesso dall'ipotermia.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Era tutto vero: Macron ci scarica i clandestini
incastrati dalle foto, ora confessano

Era tutto vero: Macron ci scarica i clandestini

Salvini: "I furbetti non possono vivere a spese degli altri"
Solidarietà da parte del Ministro dell'Interno

Salvini: "I furbetti non possono vivere a spese degli altri"

Juncker ce le rompe ancora: "Non favoriremo l'Italia"
"sarebbe inaccettabile per gli altri paesi"

Juncker ce le rompe ancora: "Non favoriremo l'Italia"

Era tutto vero: Macron ci scarica i clandestini
incastrati dalle foto, ora confessano

Era tutto vero: Macron ci scarica i clandestini

Espulso imam, nel 2009 aggredì la Santanchè
L'ex deputata su twitter: "Mi ruppe due costole, a mai più!"

Espulso imam, nel 2009 aggredì la Santanchè


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU