Grane a 5 stelle

Pizzarotti abbandona il M5S: "È cambiato, non è più quello che era quando è nato"

Il sindaco di Parma lascia il movimento di Beppe Grillo e accusa: "Contro di me inserita una norma ad personam, nella più triste tradizione italiana"

Redazione
Pizzarotti abbandona il M5S: "È cambiato, non è più quello che era quando è nato"

Federico Pizzarotti. Foto ANSA

Come se non bastassero i problemi che affliggono la giunta romana di Virgina Raggi, un'altra pesante tegola si è abbattuta sui grillini, a pochi giorni dall'annuncio del comico ligure di volerne riprendere le redini a causa del caos seguito alla scomparsa del guru Casaleggio. "Sono sempre stato un uomo libero, da uomo libero non posso che uscire da questo Movimento 5 Stelle, da quello che è diventato oggi e che non è più quello che era quando è nato": questo l'annuncio fatto lunedì 3 ottobre dal sindaco di Parma, Federico Pizzarotti.

"Non sono cambiato io, o i nostri ideali, è cambiato il M5s. È mancata la coscienza critica, l'ho esercitata solo io, e quindi vengo visto come disturbatore. In tante parti d'Italia siamo stati consumati da arrivisti ignoranti che non sanno cosa vuol dire amministrare: vogliamo governare e poi non si dialoga con nessuno. Questo non vuol dire governare". Così ha dichiarato Pizzarotti durante una conferenza stampa, lanciando pesanti accuse verso i vertici del suo ormai ex partito.

"Ho pagato per aver messo la mia città davanti al M5s e questo lo rifarei mille volte" ha spiegato il sindaco, motivando l'uscita dal Movimento 5 Stelle. "Manca una rete di amministratori, non si vuole imparare dalla propria storia. Io voglio rappresentare quello che avremmo potuto essere. Da 'mettiamo in streaming tutto' a 'non mettiamo in streaming niente'. E nonostante i risultati che abbiamo raggiunto nell'amministrazione nessuno nel Movimento 5 Stelle vuole usare la nostra esperienza. Non siamo riusciti a fare rete, il Movimento questo concetto se l'è dimenticato".

Pizzarotti non ha digerito la sospensione che gli è stata inflitta, e si è sentito lasciato solo dal direttorio grillino. "Nella più triste tradizione italiana, nel regolamento del M5s c'è una norma ad personam, perché sono l'unico sospeso d'Italia: quando si dice che si può essere sospesi per 12 o 24 mesi difficile pensare che sia riferibile ad altri. Io ringrazio Grillo", ha concluso, "senza di lui non mi sarei alzato dal divano, ma dal direttorio mi sarei aspettato una parola".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Bello figo o brutto sbronzo?
visto da un cattolico

Bello Figo o brutto sbronzo?

Si è dimesso
renzi al colle da mattarella

Si è dimesso. Ora al voto!

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...
come james dean in gioventù bruciata

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU