I "vecchietti" terribili del tennis italiano

Us Open: avanzano Paolo Lorenzi e Roberta Vinci

Paolo dopo aver eliminato Gilles Simon mette nel mirino il favorito Andy Murray, sarà dura ma ci proverà. Roberta accede agli ottavi dove trova l'ucraina Tsurenko: avanzare si può!

Fabrizio Berini
Roberta Vinci in azione allo US Open

Foto ANSA

Agli US Open in svolgimento a New York continuano a dare spettacolo i nostri due "vecchietti" indomabili Paolo Lorenzi e Roberta Vinci, ultimi italiani ancora in tabellone, che proveranno ad andare oltre le proprie aspettative per raggiungere la fatidica seconda settimana.

Per Roberta continuare a sognare non è impossibile soprattutto perché solo 12 mesi fa si era resa protagonista di un cammino travolgente che l'aveva portata a giocare la finale contro l'amica di una vita, Flavia Pennetta, dopo aver eliminato persino Serena Williams in semifinale. Per lei agli ottavi l'ostacolo è rappresentato dall'ucraina Tsurenko capace di eliminare nel turno precedente Dominika Cibulkova in un match che sulla carta sembrava non dovesse avere storia.

Come tutte le tenniste dell'est anche l'ucraina è da tenere in dovuta considerazione ma la Vinci vista fino ad ora ha tutti i mezzi per aggirare l'ostacolo dopo aver battuto nei sedicesimi la 21enne tedesca Witthoeft in un match dall'andamento strano terminato 6-0 5-7 6-3 dopo 1h 59' a corrente alternata. Nel secondo set la giovane tedesca, diventata celebre per aver ammesso di caricarsi prima delle partite guardando film porno, ha alzato i ritmi mettendo in difficoltà l'azzurra che è stata brava a mantenere la calma e vincere in scioltezza il terzo grazie alla sua enorme esperienza.

Di ben diversa fattura la cavalcata di Paolo Lorenzi costretto a una epica battaglia contro il francese Gilles Simon sconfitto solo al tie-break del quinto con il punteggio di 3-6 6-2 6-2 6-7 7-6 dopo 4h 54' minuti di lotta. Una gara che Paolo ha saputo tenere grazie alla maturazione raggiunta nelle ultime due stagioni nel corso delle quali ha raggiunto livelli che sembravano impossibili per un tennista come lui che pareva sempre soccombere quando la sfida andava davvero in salita.

Forse un paio d'anni fa questa sfida avrebbe finito per perderla, anche perché Simon è un avversario ostico che in carriera ma messo in difficoltà più volte anche dei mostri sacri come Djokovic, Nadal e Federer, ma ora è diverso, è tutto diverso. Lorenzi ha acquisito fiducia e consapevolezza e sa di potersela giocare contro tutti con l'obiettivo di uscire dal campo senza rimpianti.

E sarà questo lo stato d'animo che lo accompagnerà questa notte nella sfida impossibile contro Andy Murray, numero 2 al mondo, fresco campione olimpico e già vincitore dello Slam statunitense, che molti vedono come il vero favorito per la vittoria finale. Ma si sa, anche i grandi campioni a volte possono fallire e Paolo è lì pronto ad approfittarne per conquistare una seconda settimana che per lui varrebbe quanto la vittoria finale.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Bello figo o brutto sbronzo?
visto da un cattolico

Bello Figo o brutto sbronzo?

Si è dimesso
renzi al colle da mattarella

Si è dimesso. Ora al voto!

Matite indelebili: chiedeva trasparenza, è stata denunciata
cc in azione a san biagio di agrigento

Matite indelebili: elettrice protesta, finisce denunciata

Salvini e il Sud: la rinascita della buona politica
la lettera di un militante di palermo

Salvini e il Sud: la rinascita della buona politica


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU