i finti tagli ai costi dello stato

Trentino, il personale della Giustizia passa alla Regione

Mentre la Sicilia stabilizza 20mila precari, il Trentino ricolloca 400 lavorator dei Tribunali di Bolzano, Trento e Rovereto

Redazione
Trentino,  il personale della Giustizia passa alla Regione

Il Governo Renzi ci aveva rifilato la balla dei "risparmi sui costi della politica" cancellando le Province, ma "dimenticandosi" di dire che il personale delle stesse sarebbe stato riassorbito altrove (dunque, zero risparmi). Stesso giochetto messo in atto ora dal Governo Genticloni con il personale amministrativo e organizzativo della giustizia trentina, che, a partire dal 1 gennaio e con esclusione di magistratura e dirigenti, passerà alla Regione Trentino-Alto Adige, che potrà poi subdelegare le funzioni alle province di Bolzano e Trento.


La relativa norma di attuazione dello Statuto di autonomia è stata approvata giovedì dal consiglio dei ministri, nel corso di una riunione alla quale ha partecipato anche il governatore altoatesino Arno Kompatscher. "Si tratta della dodicesima norma di attuazione approvata nel corso di questa legislatura", commenta; "un risultato davvero soddisfacente per il quale dobbiamo ringraziare sia la Commissione, sia i parlamentari".


L'accordo riguarda circa 400 lavoratori. "Per quanto riguarda i Tribunali di Bolzano, Trento e Rovereto", sottolineano i due presidenti Arno Kompatscher e Ugo Rossi, "si parla di una cifra che si aggira attorno ai 20 milioni di euro l'anno, che rientra nell'ambito del contributo delle due province autonome al risanamento del debito pubblico". Sulla stessa linea anche un'altra Regione a statuto speciale, la Sicilia. L'Assemblea regionale siciliana ha approvato giovedì sera la norma per la stabilizzazione degli oltre 20mila precari siciliani (16 mila degli enti locali, 5 mila Asu, 1.500 precari delle Aziende sanitarie, altri 500 dipendenti a tempo della Regione e 3.200 ex Pip) per almeno due anni.


Buone notizie per i dipendenti sicilianie  trentini, che non finiranno in mezzo ad una strada, ma il Governo la smetta di prenderci per i fondelli millantando finti tagli ai costi dello Stato (che quando ci sono, peraltro, sono sempre sulla pelle del personale e mai sui megastipendi di politici e superdirigenti).

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Clandestini, chi ci mangia
l'inchiesta shock de la verità

Clandestini, quando si dice risorsa...

Tunisino lo sfregia al volto per rapinarlo, ragazzo rovinato a vita
carpi, Vittima 19enne per bottino da 100 euro

Tunisino lo sfregia al volto per rapinarlo, ragazzo rovinato a vita

Travaglio condannato per diffamazione
per un articolo sulle intercettazioni

Travaglio condannato per diffamazione

Immigrati, chi ci campa?
accoglienza e bastonate

Immigrati, chi ci campa?

Padellaro minaccia Salvini
il giornalista aizza via twitter, grimoldi risponde

Padellaro minaccia Salvini: "Fermatelo ad ogni costo!"

Travaglio condannato per diffamazione
per un articolo sulle intercettazioni

Travaglio condannato per diffamazione

Saviano da del mafioso a Salvini
il naufragio del pensiero

Saviano dà del mafioso a Salvini


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU