L'INVASIONE CONTINUA

Dopo Inter, Milan e Roma anche il Palermo passa nelle mani di investitori stranieri

Oggi più che mai, la proposta di legge del lungimirante Giancarlo Giorgetti darebbe ai tifosi il ruolo che meritano e tutelerebbe le identità sportive dei territori che animano l'Italia

Fabio Cantarella
Dopo Inter, Milan e Roma anche il Palermo passa nelle mani di investitori stranieri

Giancarlo Giorgetti, sottosegretario alla Presidenza con delega allo Sport

Adesso è ufficiale: dopo Milan, Inter e Roma, giusto per citarne alcune, anche la proprietà del Palermo calcio finisce in mani straniere con il passaggio del 100% delle azioni societarie da Maurizio Zamparini alla Sport Capital Investments Ltd, società controllata da Sport Capital Group Ltd.

Oggi più che mai rivestono una importanza strategica gli obiettivi che si prefiggeva il disegno di legge sull'azionariato popolare predisposto da un lungimirante Giancarlo Giorgetti, attuale sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri con delega allo Sport nonché vicesegretario federale della Lega, presentato in Commissione Cultura e Sport della Camera dei deputati nel corso della precedente legislatura. Tra le misure proposte c'era il limite al capitale detenuto da un unico proprietario, non superiore al 35%. Il restante 65%? In mano ai tifosi, che così potrebbero dare un'anima appassionata e identitaria ai club, impedire operazioni spericolate di singoli investitori, vigilare sui bilanci e sulla società a cui tengono per amore e non per meri interessi economici. Una novità del genere peraltro responsabilizzerebbe i veri tifosi, quelli che Matteo Salvini non manca di esaltare, e isolerebbe maggiormente i pochi violenti che spesso finiscono per rovinare l'occasione di festa e gioia a tutti. Adesso più che mai è il momento di rilanciare questa proposta: che il sovranismo abbia inizio da un settore identitario e strategico, culturalmente ed economicamente parlando, qual è lo sport!  

Assistiamo ormai impotenti ad una vera e propria invasione di capitali stranieri nello sport italiano e in particolare nel nostro calcio, con proprietari e presidenti che pensano alle squadre più come ad un giocattolino per confrontarsi con altri potenti dell'economia internazionale, piuttosto che come uno strumento per integrare, socializzare, esaltare le identità e le tradizioni locali e promuovere l'appassionato tifo genuino, il campanillismo sano, quello che esalta le tradizioni e gli usi di una città. A vincere gli scudetti, a centrare promozioni e salvezze di categoria, non dovrebbero essere solo i calciatori e i capitali messi sul piatto per acquistarli. A vincere dovrebbe essere un modello culturale, una forma mentis, un entusiasmo collettivo. Oggigiorno girano sempre più soldi nel calcio, ma è tutto così povero e finto, quanto scontato. Non c'è più lo spirito dell'impresa sportiva, non c'è più la comunità, il territorio che spinge la squadra a risultati sempre più alti

Eppure le società sportive fanno parte a pieno titolo delle tradizioni del nostro paese, della storia e della cultura di ogni singola comunità che rappresentano, numerose di esso hanno ben oltre un secolo di storia alle spalle. E in tutto questo i tifosi, che dovrebbero essere i primi protagonismi di ogni evento sportivo al fianco degli atleti, vengono relegati ad un ruolo sempre più passivo, sono trattati come greggi e non come la vera energia della squadra.

Torniamo al Palermo calcio. "Il nuovo consiglio di amministrazione - riporta la nota diffusa da più parti - sarà formato dal presidente Clive Richardson, dall'amministratore delegato Emanuele Facile e dal consigliere John Treacy. Sport Capital Group Investments Ltd convocherà nei prossimi giorni un'assemblea dei soci per aumentare il capitale fino a € 20 milioni".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Sequesta bus carico di bambini, il video allucinante
Olanda: boom dei populisti al Senato
ovunque il popolo è stufo dei buonisti

Olanda: boom dei populisti al Senato

Papà insulta calciatore, la squadra se ne va
Nel Ravennate, team rinuncia a vincere per difendere ragazzino

Papà insulta calciatore, la squadra se ne va

Sono finite le Paralimpiadi? Nessuno se n’è accorto…
Giochi Mondiali “Special Olympics”: Abu Dhabi 15-21 marzo 2019

Sono finite le Paralimpiadi? Nessuno se n’è accorto…

Corruzione, assolto Platini: "È la fine di un incubo"
"Finalmente la verità viene fuori"

Corruzione, assolto Platini: "È la fine di un incubo"

Baby calciatori clandestini, inchiesta a La Spezia
Interdetti vertici. Violate disposizioni immigrazione clandestina

Baby calciatori clandestini, inchiesta a La Spezia


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU