L'economista candidato per la Lega

Bagnai: "L'euro schiaccia le nostre aziende e favorisce la Germania"

Intervista a Libero: "Salvini dimostra statura da leader: ha capito che la moneta unica finirà e si sta ponendo il problema. Inseguiamo l’Europa sull’austerità, convinti di ridurre il debito. Ma il debito lo riduci se cresci, non se tagli, infatti con Monti è salito"

Redazione
Bagnai: "L'euro schiaccia le nostre aziende e favorisce la Germania"

Foto ANSA

Alberto Bagnai, il principale economista “no euro” proveniente, culturalmente, dalla sinistra, è uno dei candidati di punta della Lega alle imminenti politiche. A Libero ha spiegato i motivi di una candidatura che ha sparigliato le carte: “Mi candido con la Lega perché Salvini rispetta il mio lavoro. Da dove provengo invece, se hai idee diverse ti mettono al bando, salvo poi accusare gli altri di essere razzisti e xenofobi: il confronto non è tollerato e l’avere espresso critiche alla moneta unica mi ha creato il deserto intorno”.

Sul perché l’euro è nocivo per l’economia italiana, Bagnai ha le idee chiarissime da tempo: “L’euro è una sola moneta per Paesi diversi, dei quali riflette la potenza. (…) L'euro schiaccia le nostre aziende, che per essere competitive non possono pagare adeguatamente i lavoratori, ma consente alla Germania di vendere sotto costo e realizzare surplus commerciale, peraltro violando le regole europee”.

Quindi spiega che riconquistare sovranità monetaria non implica passaggi traumatici, al di là del terrorismo mediatico propalato da giornali o opinionisti mainstream: “Uscire dall’euro tecnicamente è facile, i pagamenti sono elettronici. Quanto all’impatto macroeconomico, è più gestibile di quanto si pensa. Però mancano leader così coraggiosi da assumersi una simile responsabilità, pertanto non resta che attendere sulla riva del fiume che l’euro imploda in seguito a un evento drammatico”.

Sul leader della Lega: “Salvini dimostra statura da leader: ha capito che la moneta unica finirà comunque e si sta ponendo il problema”. L’economista smonta la leggenda secondo la quale fuori dalla moneta unica i risparmiatori subirebbero ripercussioni enormi: “Se usciamo dall’euro, sul mercato interno non cambia il potere d’acquisto del singolo. La svalutazione poi pomperebbe il mercato”. Su debito e austerità imposta dalla Ue con la complicità della sinistra: “Inseguiamo l’Europa sull’austerità, convinti di ridurre il debito. Ma il debito lo riduci se cresci, non se tagli, infatti con Monti è salito”.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Per il papa il diavolo esiste: è la politica
Se Scanzi è ossessionato da Salvini...
"Salvini sopravvive a fatica alle sciocchezze che dice"

Se Scanzi è ossessionato da Salvini...

Salvini: "Al voto dopo l'Emilia Romagna. Si fanno male da soli"
"Se M5S non presentano lista scompaiono dalla faccia della terra"

Salvini: "Al voto dopo l'Emilia Romagna. Si fanno male da soli"

Il Capitano a Palermo. "Salvini, uno di noi"
il racconto di un militante NcS

Il Capitano a Palermo. "Salvini, uno di noi"


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU