terroristi a casa nostra

Recluta estremisti per l'Isis nel suo negozio di bigiotteria sul litorale

Vendeva collane, anelli e braccialetti a Grado. Ma il bengalese aveva una doppia vita: su Facebook faceva proselitismo per lo Stato Islamico

Redazione
Recluta estremisti per l'Isis nel suo negozio di bigiotteria sul litorale

Foto da internet

Viveva da sei anni a Grado, sul mare, in provincia di Gorizia e, agli occhi di tutti, era il titolare di una regolare attività commerciale di vendita di chincaglieria e bigiotteria. Come tante ne esistono sul litorale adriatico. L'elemento più destabilizzante, e quella da evidenziare in tutta questa faccenda, è che Hassan Mahamud, un immigrato bengalese, conduceva una vita ritirata nel suo negozietto, aveva contatti esclusivamente con i suoi connazionali della zona e non frequentava luoghi di culto islamici.

Niente faceva pensare che, il 30enne straniero, facesse propaganda per l'Isis o cercasse proseliti sul territorio.
Invece il bengalese aveva una doppia vita. Durante il giorno assiduo lavoratore, la notte grande dormitore, ma su Facebook, dove aveva aperto un profilo sotto falso nome, aveva costruito una vera e propria rete di propaganda del pensiero ideologico estremista, dove inneggiava all'Isis e faceva proseliti.

Il venditore di chincaglieria estiva, simpatizzante dello Stato islamico, è stato espulso nella serata di lunedì dalla Polizia di Stato all'aeroporto Marco Polo di Venezia. Questo fatto deve far pensare. Non sempre l'estremista inneggiante alla sharia, si nasconde in una qualche moschea clandestina, talvolta, ci accoglie col sorriso, sulla via principale del litorale, per venderci il braccialetto di fiori colorati per il nostro bambino.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Il feretro della "belva" Totò Riina è stato sotterrato, nel cimitero di Corleone
il boss dei boss sotto terra

Il feretro di Riina sotterrato a Corleone

Il feretro della "belva" Totò Riina è stato sotterrato, nel cimitero di Corleone
il boss dei boss sotto terra

Il feretro di Riina sotterrato a Corleone

Mafia: Totò Riina è in fin di vita
il capo dei capi in coma

Mafia: Totò Riina è in fin di vita

È morto Totò Riina
Era in coma dopo due interventi chirurgici

È morto Totò Riina

Ostia, Spada in carcere di massima sicurezza
aveva aggredito a testate un giornalista

Ostia, Spada in carcere di massima sicurezza


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU