OPERAZIONE DELLA DDA DI PALERMO

Mafia: operazione Cc, in cella mafiosi scarcerati per difetto motivazione

In manette sono finiti boss ed estorsori già arrestati a gennaio scorso nell'ambito del maxiblitz 'Montagna' poi scarcerati dal tribunale del Riesame

Fabio Cantarella
Mafia: operazione Cc, in cella mafiosi scarcerati per difetto motivazione

I carabinieri di Agrigento hanno arrestato dieci mafiosi delle cosche agrigentine e palermitane e notificato un obbligo di dimora a un undicesimo indagato. L'operazione è stata coordinata dalla Dda di Palermo. In manette sono finiti boss ed estorsori già arrestati a gennaio scorso nell'ambito del maxiblitz 'Montagna' poi scarcerati dal tribunale del Riesame. I giudici della Libertà, nei mesi scorsi, avevano annullato per difetto di motivazione ben 13 misure cautelari sostenendo che il gip che aveva disposto i provvedimenti si fosse limitato a fare un copia e incolla della richiesta di arresto depositata dai pm Gery Ferrara, Claudio Camilleri e Alessia Sinatra. Una decisione, quella del Riesame, che aveva fatto tornare liberi mafiosi ed estortori. La Procura di Palermo ha fatto ricorso contro la decisione del tribunale.

La Cassazione, che si sta pronunciando in questi giorni, ha dato ragione ai pm e ha annullato con rinvio già 8 delle 13 scarcerazioni disposte dal Riesame. Queste le persone arrestate dai carabinieri del comando provinciale di Agrigento nell'ambito dell'inchiesta antimafia denominata "Montagna": Antonino Vizzì, 63 anni, ritenuto reggente della "famiglia" di Raffadali; Vincenzo Pellitteri, 66 anni, ritenuto reggente della "famiglia" di Chiusa Sclafani; Franco D'Ugo, 52 anni, del clan di Palazzo Adriano; Giovanni Gattuso, 62 anni, ritenuto reggente della "famiglia" di Castronovo di Sicilia; Vincenzo Cipolla, 56 anni, della cosca di San Biagio Platani; Raffaele La Rosa, 59 anni, ritenuto appartenente alla "famiglia" di San Biagio Platani; Raffaele Salvatore Fragapane, 40 anni, ritenuto appartenente alla "famiglia" di Santa Elisabetta; Luigi Pullara, 54 anni, ritenuto esponente di vertice della "famiglia" di Favara; Angelo Di Giovanni, 46 anni, ritenuto appartenente alla "famiglia" di Favara e Giuseppe Vella, 37 anni, della "famiglia" di Favara.  

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Europee, proiezioni Pe: Lega primo partito!
Basate sui sondaggi nazionali

Europee, proiezioni Pe: Lega primo partito!

Clandestini nelle aziende, arrivano le multe
Migranti: multa salata per datori lavoro

Clandestini nelle aziende, arrivano le multe

Basta al buonismo e alla "modica quantità"
Finalmente parole chiare contro l’emergenza droga

Basta al buonismo e alla "modica quantità"

La vergogna nascosta: Norma Cossetto e le altre 11mila vittime della violenza rossa
In ricordo delle Foibe e dell'esodo giuliano dalmata

La vergogna nascosta: Norma e le altre 11mila vittime della violenza comunista

Demolizione del ponte Genova, parte un esposto alla Corte dei Conti
i Tecnici: "distruggerlo e ricostruirlo crea un danno erariale"

Demolizione del ponte di Genova, parte un esposto alla Corte dei Conti

Bombardieri di Civiltà
15 febbraio 1944: pioggia di fuoco su Montecassino

Bombardieri di Civiltà

Torino, sequestrate società per 250 milioni di euro, anche hamburgeria Eataly
Operazione carabinieri dopo ritrovamento lingotti oro

Torino, sequestrate società per 250 milioni di euro, anche hamburgeria Eataly


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU