lo staff del tycoon replica a Hillary

Convention di Filadelfia: contro Trump insulti ma zero argomenti

Lo staff repubblicano: "Il piano radicale di amnistia della Clinton porterà via posti di lavoro, risorse e benefici ai cittadini più vulnerabili degli Stati Uniti e li darà ai cittadini di altri Paesi''

Redazione
Convention di Filadelfia: contro Trump insulti ma zero argomenti

È stata un profluvio di insulti e falsità anti-Trump, ben sopra le righe, la convention demoratica di Filadelfia, ove sul palco sono stati schierati i più agguerriti nemici del tycoon, con tanto di (finta) improvvisata di Hillary, abbracciata da Obama e consacrata ufficialmente come suo successore, mentre il marito se la rideva. E come era prevedibile, il concorrente repubblicano non l'ha presa bene. ''Il discorso di Hillary Clinton è stato una collezione offensiva di clichè e retorica riciclata'', ''un discorso fatto da un universo di fantasia, non dalla realtà in cui viviamo oggi''. Così lo staff di Donald Trump ha bocciato sonoramente il discorso con cui Hillary ha accettato la nomination democratica per la Casa Bianca.


''Ha speso la serata parlando con superiorità al popolo americano e guardando dall'alto la sua intera vita'', si legge in una nota firmata da Stephen Miller, consigliere politico del candidato repubblicano. ''Hillary ha parlato di unità, del pluribus unum (il motto americano sull'integrazione delle prime tredici colonie in un'unica nazione, NdR) ma la sua agenda globalista nega ai cittadini americani la protezione a cui hanno diritto, facendoci a pezzi. Il suo radicale piano di amnistia porterà via posti di lavoro, risorse e benefici ai cittadini più vulnerabili degli Stati Uniti e li darà ai cittadini di altri Paesi''. Come già accade da noi. Evidentemente il motto "una faccia, una razza" vale per tutti i dem, in Italia come begli States.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

L'America di Trump dice NO!
Intervista a George G. Lombardi

L'America di Trump dice NO!

Una maggioranza illegittima non può cambiare la Costituzione rubando la democrazia ai cittadini
"si sta rubando la democrazia ai cittadini "

Una maggioranza illegittima non può cambiare la Costituzione

Gigantesca tegola su frau Merkel: i tedeschi vogliono la Dexit
sondaggio shock: il 67% vuole lasciare la Ue

Gigantesca tegola su Frau Merkel: i tedeschi vogliono la Dexit

È morto Fidel Castro
cuba piange il lider maximo

È morto Fidel Castro

Fidel è morto
la vignetta di krancic

Fidel è morto


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU