TERRORISMO ISLAMICO

Erano pronti ad ammazzare in Italia

Il tunisino e il pakistano condannati a 6 anni per terrorismo internazionale volevano uccidere nel nostro paese

Alex Bazzaro
Combattenti dell'Isis

Foto ANSA

Lassaad Briki e Muhammad Waqas, il tunisino e il pakistano condannati lo scorso 25 maggio a sei anni di carcere per terrorismo internazionale perché legati all'Isis, "erano determinati ad 'ammazzare' in Italia, a tratti sognavano di raggiungere il territorio dell'Is (...) per partecipare al jihad in quella terra". Lo si legge nelle motivazioni della sentenza di condanna che la prima Corte d'Assise di Milano, presieduta da Ilio Mannucci Pacini, ha depositato oggi. Ilaria Simi, il giudice estensore, riferendosi ai due, accomunati "dalla forte determinazione a commettere un qualsiasi attentato", ha aggiunto che "in ogni caso, il loro agire - anche estemporaneo ed isolato - sarebbe stato facilmente riconducibile allo Stato Islamico, e da esso certamente rivendicato".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Friburgo: rifugiato afghano stupra e uccide la figlia di un funzionario Ue
la vittima, volontaria di un centro accoglienza

Studentessa uccisa a Friburgo: era la figlia di un funzionario Ue


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU