Caos in Liguria

Assedio clandestini a Ventimiglia, sgomberata la spiaggia

Eseguita l'ordinanza del sindaco che si è autosospeso dal PD in polemica col governo. Il vescovo pronto a ospitare la tendopoli su un terreno del seminario

Marco Dozio
Assedio clandestini a Ventimiglia, sgomberata la spiaggia

Foto ANSA

L’ordinanza di sgombero della tendopoli di Ventimiglia è stata eseguita. Ma il ripristino del decoro e della legalità è ancora lontano. I 150 clandestini che si erano accampati lungo il fiume Roja in condizioni igieniche allucinanti, dopo il primo intervento delle forze dell’ordine, ieri si erano spostati sulla spiaggia. Stesse tende, stessa sporcizia, stesso degrado, identica illegalità. Così Polizia, Carabinieri e Guardia di finanza hanno effettuato un nuovo sgombero caricando su alcuni pullman decine e decine di clandestini. In qualche caso andando a prenderli uno per uno nei vari accampamenti sorti nella notte in diversi punti della città di frontiera.

È il tentativo messo in atto dal sindaco Enrico Ioculano per riportare un minimo di decenza e di rispetto della legalità in un territorio assediato dai clandestini. Ioculano è balzato agli onori delle cronache perché insieme ai suoi consiglieri comunali si è autosospeso dal PD in polemica con l’inefficienza del governo sul tema immigrazione. Mentre il vescovo di Ventimiglia-Sanremo, monsignor Antonio Suetta, si dice pronto a ospitare la tendopoli in un terreno del seminario.

Matteo Salvini: “Stupiscono certi vescovi che spalancano le porte ai clandestini, spesso islamici. I clandestini vengono qui non per integrarsi ma per imporsi. Un’invasione programmata di cui anche i vescovi pagheranno le conseguenze. Non capisco se 'ci sono o ci fanno'".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...
come james dean in gioventù bruciata

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...

Un immigrato minaccia di morte il bagnino di una piscina
Non sarà mai il nostro stile di vita

Un immigrato minaccia di morte il bagnino di una piscina


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU