tradizioni incomprensibili

Circoncisione assassina, muore bimbo ghanese di un mese

Somministrata al neonato una dose eccessiva di antidolorifici dopo l'assurda pratica. La famiglia abita in una ex scuola occupata

Redazione
Circoncisione assassina, muore bimbo ghanese di un mese

Foto ANSA

Un bambino di un mese di origine ghanese è morto questa mattina all'ospedale Maria Vittoria di Torino, dov’era giunto già in gravi condizioni e in arresto cardiaco.

Questa volta la storia è di quelle che si potevano evitare. Quel piccolo, residente a Torino, pare in una ex scuola occupata, chiamata "Spazio popolare Neruda", dove vivono un altro centinaio di famiglie senza casa o sotto sfratto, ha l'unica colpa di essere ghanese e musulmano. Sì, perché è il credo dei suoi genitori che impone a lui, come ad altre migliaia di bambini islamici, di essere circoncisi per ragioni culturali e religiose.

La circoncisione è una piccola operazione chirurgica, non priva di rischi, che consiste nell’eliminazione totale della pelle che ricopre il glande.
Sono perciò migliaia i bambini che rischiano la stesso drammatica fine del piccolo di Torino. Infatti oltre il 50% delle violenti pratiche di circoncisione e infibulazione, vengono eseguite tra le mura domestiche, con pochissime, se non inesistenti, precauzioni mediche e sanitarie.

Ad affermare questo è addirittura Mustafa Qaddurah, pediatra e Consigliere del Centro Islamico Culturale di Roma che aggiunge: "Il sistema sanitario nazionale non riconosce questa pratica se eseguita per motivi culturali e non medici". Tradotto in termini pratici, ci si rivolge a dei ciarlatani, e i casi di morte recenti come questo di Torino o come quelli di Treviso e in Puglia ne sono la prova.

Il piccolo era stato sottoposto a una circoncisione "casalinga" domenica, e per placare il dolore e la febbre alta, causata da una probabile infezione, gli sarebbe stata somministrata un’eccessiva dose di antidolorifici.

L'ambulanza, chiamata dall'edificio occupato di via Ciriè, un tempo sede dell'istituto tecnico "Casale", è arrivata all'ospedale portando il bimbo privo di sensi e febbricitante e, racconta un occupante dell'edificio, che la coppia di genitori ghanesi avevano bendato vistosamente con una garza la piccola creatura. 

Sull’episodio, adesso, stanno indagando gli uomini della Squadra Mobile: in base alle prime indiscrezioni, sembra che la circoncisione non sia stata eseguita all’interno dell’ex scuola. 

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

L'America di Trump dice NO!
Intervista a George G. Lombardi

L'America di Trump dice NO!


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU